Nevernight di Jay Kristoff

Scritto da AmanteDiLibri - 21 ottobre
Buongiorno lettori!
Eccomi tornata a parlare di libri chiacchierati e e oggetto del desiderio per tutta l'estate. Sto parlando, ovviamente di Nevernight e le sue edizioni fantastiche.

Titolo originale: Nevernight
Serie: Nevernight
Genere: Fantasy
Target: Adult
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 3 settembre 2019
N°pagine: 671
Trama: Destinata a distruggere imperi, Mia Corvere ha solo dieci anni quando riceve la sua prima lezione sulla morte. Sei anni dopo, la bambina cresciuta tra le ombre si avvia a mantenere la promessa che ha fatto il giorno in cui ha perso tutto. Ma le possibilità di sconfiggere nemici così potenti sono davvero esili, e Mia è costretta a trasformarsi in un'arma implacabile. Deve mettersi alla prova tra i nemici - e gli amici - più letali, e sopravvivere alla protezione di assassini, mentitori e demoni, nel cuore stesso di una setta dedita all'omicidio. La Chiesa Rossa non è una scuola come le altre, ma neanche Mia è una studentessa come le altre. Le ombre la amano. Si nutrono della sua paura.
Per quanto la serie di Nevernight sia composta da tre libri, averli letti tutti di fila uno all'altro fa si che per me sia un grande tomo in cui mi sono immersa per giorni e giorni in compagnia dei suoi personaggi.
Protagonista incontrastata è certamente Mia Corvere, figlia dell'Incoronatore - colui che ha cercato di distruggere la Repubblica per mettere sul trono un imperatore - orfana, tenebris e assassina.
Lungo i tre romanzi iniziamo a conoscere questa ragazza determinata a vendicare la morte del padre, della madre e del fratellino anche a costo di diventare una Lama della Mannaia, la dea della notte
E come in ogni romanzo fantasy con adolescenti che si rispetti, proverà a diventarlo nella fortezza della Chiesa Rossa, la setta dei più temibili assassini, che dopo innumerevoli prove e lezioni decreterà chi è degno di servire la Dea come assassino e chi no.
Sebbene la storia mi sia piaciuta molto ho trovato molto più convincenti e nuove le tra del secondo e terzo romanzo rispetto al primo dopo la scuola è ormai un cliché di molti romanzi.
Al fianco di Mia troveremo sempre Messer Cortese, un gatto-non-gatto fatto d'ombra che mangia la paura della ragazza da quando, bambina, è scappata da chi voleva ucciderla insieme alla sua famiglia.
Messer Cortese la identifica come una tenebris, una persona capace di governare le ombre. Sono ormai rimasti in pochi e Mia è ossessionata dal conoscere tutti gli aspetti della sua natura e cosa la rende speciale.
Questa ricerca sarà un filo ricorrente nei romanzi insieme alla vendetta e il tutto è condito con una dose non indifferente di brutalità e crudezza (a più di qualche volta mi ha abbastanza infastidito) ma anche amicizia, combattimenti e amore.
Ma quello che veramente mi ha convinto e piaciuto di più di tutti i romanzi, è stata l'ambientazione.
In un mondo con tre soli, occhi implacabili del dio della Luce, che si chiudono solo per poco ogni due anni la vita è quantomai complicata. Ancora di più se la cultura si ispira alla Repubblica di Roma e i luoghi a Venezia.
E proprio a Venezia ho avuto l'opportunità di incontrare l'autore, insieme ad altre blogger. Passeggiare per le calli chiacchierando si dei libri ma non solo, con Jay Kristoff è stata un'esperienza a dir poco unica e ringrazio infinitamente la Mondadori per l'occasione che mi ha dato. Aperitivo con autore dovrebbe diventare un appuntamento fisso ;D
Ora sono curiosa di leggere il nuovo romanzo di Jay Kristoff e Amie Kaufman, fantascienza come per Illuminae, ma non ho dubbi che sarà incredibile come Nevernight.