L'Accademia del bene e del male di Soman Chainani

Vi avevo già parlato di questo romanzo che aveva attirato la mia attenzione. Un libro per ragazzi si ma dalla premesse davvero ottime.

Titolo originale: The School for Good and Evil
Serie: The School for Good and Evil n°1
Genere: Fantasy
Target: Middle Grade
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 3 Marzo 2015
N°pagine: 504
Trama: Agatha e Sophie vivono a Gavaldon, un delizioso villaggio dove le fiabe sono realtà. Sono molto diverse l'una dall'altra, ma entrambe hanno ottime possibilità di essere ammesse all'Accademia del Bene e del Male. Ogni quattro anni, infatti, a Gavaldon accade una cosa strana: due dodicenni scompaiono nel nulla. E secondo la leggenda queste misteriose sparizioni sono opera del Maestro, una magica entità proveniente dal regno delle fiabe. I due prescelti frequentano l'Accademia per quattro anni, in un percorso di formazione che li porterà a diventare protagonisti delle fiabe, arruolati uno fra le Forze del Bene, l'altro fra le Forze del Male. Sophie è convinta di essere la candidata ideale, e da tutta la vita si esercita per impersonare la perfetta principessa. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta.

DENTRO LA FORESTA PRIMORDIALE

C’È UN’ACCADEMIA DEL BENE E DEL MALE.
CI SON DUE CASTELLI, COME TESTE GEMELLE:
UNO BENIGNO
L’ALTRO MALIGNO.
PROVA A FUGGIRE: LE VIE SON BLOCCATE.
L’UNICA USCITA È UNA STORIA DI FATE.

Un libro può piacere e non piacere allo stesso tempo?
Che possa o no a me è appena successo con questo romanzo.
Dalla trama e dalla bibliografia dell'autore mi ero innamorata di questo libro ma la lettura non è stata solo rose e fiori.
Come spesso si sente dire, ogni storia è reale. O almeno lo sono a Gavaldon. Ogni quattro anni infatti due bambini vengo rapiti e qualche anno dopo… appaiono tra le pagine dei libri di fiabe.
Bambine buone divenute principesse e ragazzini dispettosi diventati i cattivi delle storia.
Questa volta Sophia è pronta per essere rapita: ogni giorno compie buone azioni, è di una bellezza unica e non può che andare nella Scuola del Bene. D'altro canto, Agatha, sempre vestita di nero, un po' insulsa d'aspetto e che vive nella casa numero uno di Colle del Camposanto non può che essere una strega della Scuola del Male.
Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta.
E a quanto pare neanche le letture.
Il primo appunto che devo fare riguarda le età delle protagoniste: è sempre possibile che mi sia sfuggita nella lettura ma dopo 500 pagine ancora non so se Agatha e Sophia abbiano 12 anni o 16 o una via di mezzo. E la cosa cambia parecchio. Perché nel primo caso i personaggi costruiti sono troppo lontani dalla verità: Sophia viaggia spesso e volentieri più svestita che altro, e già se avesse 16 la cosa sembrerebbe troppo esagerata.
Il secondo appunto riguarda la crudeltà delle "punizioni". Lo so che è una Scuola del Male, che il male è cattivo ecc ecc… ma resta il fatto che sono bambini e ragazzi, tutti mandati in queste Sale del Malessere per essere torturati O.o non c'è scritto nulla di troppo traumatico, non esageratamente almeno. Ma detta tra noi a me è sembrato comunque troppo per essere un libro Middle Grade.
Per fortuna l'intero libro non è fatto solo si aspetti negativi, ma anzi gran parte l'ho apprezzato!
Dopo Harry Potter siamo abituati ad un certo tipo di scuola di magia, insegnati e studenti ma Soman Chainani cambia le regole e ci propone due scuole simili eppure diverse tra loro, insegnati e studenti che per quanto etichettati come Buoni e Cattivi forse non sono completamente buoni e cattivi, e un Gran Maestro diverso dalla solita figura benevola e sempre pronta ad aiutare.
Sophia e Agatha dovranno combattere contro i pregiudizi, loro e degli altri abitanti dell'Accademia, contro le regole che governano le due scuole e contro il Narrastorie che già ha iniziato a scrivere la loro favola.
Sinceramente non so se consigliare la lettura a dei dodicenni, ma sicuramente un po' più grandi si: anche con i suoi punti negativi, è una bella storia da leggere se si ha nostalgia del mondo magico delle favole e di storie d'amicizia.



Non l'ho detto nella recensione, ma cavoli tutti i disegni e la mappina iniziale mi sono piaciuti un sacco ;)

3 commenti :

Nuovo codice commenti
  1. Sai che anch'io sono piuttosto confusa sull'età delle protagoniste? Xd Pensavo che mi stavo perdendo qualcosa finchè non ho letto la tua recensione. Comunque sarei stata più curiosa di leggere la tesi dell'autore.

    RispondiElimina
  2. Anche io!!!
    La sto cercando da quando ho fatto segnalazione del libro ma mi sa che non si trova ç_ç

    RispondiElimina
  3. Bellissima recensione, metto il libro in wl ;)

    RispondiElimina

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri