Liber Arcanus

[BlogTour] Harry Potter e la maledizione dell'erede di J.K. Rowling

Buongiorno lettori!
mancano pochi giorni all'uscita del nuovo "romanzo" - sapere vero che è una sceneggiatura? - di Harry Potter!
Le mie colleghe vi stanno proponendo recap e approfondimenti, io vi propongo la giusta bibita per accompagnare la lettura de La maledizione dell'Erede!
E Burrobirra sia!
(Traduzione dall'inglese di Luca. Grazie!)



Ingredienti per 4 Burrobirre:
burro – 6 cucchiai
gassosa – 300ml
zucchero di canna – 1 tazza
acqua – 2 cucchiai
sale – metà cucchiaino
aceto di mele – metà cucchiaino
panna per dolci – 3/4 di tazza
estratto di rum – metà cucchiaino

Preparazione:
In una pentola mescolare zucchero di canna e acqua finchè lo zucchero non si sarà sciolto completamente. Portare il tutto ad ebollizione a fuoco lento, aggiungere il burro, il sale, l’aceto di mele, e 1/4 della panna liquida. Mescolare e far cuocere per qualche minuto. Lasciare raffreddare il tutto.
Non appena il composto avrà raggiunto la temperatura ambiente, aggiungere l’estratto di rum.
Per la schiumetta della Burrobirra, montare 2 cucchiai di zucchero e la panna liquida rimasta per 2 minuti.
Dividere la Burrobirra in 4 boccali e in ognuno aggiungere 1/4 di tazza di gassosa. Mescolare e completare con un cucchiaio di panna montata.
Servire.

La scorsa primavera ho avuto l'occasione di andare agli Studios di Harry Potter dove la Burrobirra viene servita nella zona ristorazione che vi consiglio di provare. In attesa di andarci/tornarci fateci sapere cosa ne pensate di questa ricetta!

Vi lascio con il calendario del Blogtour e il form per partecipare al giveaway ;)

a Rafflecopter giveaway

Flawed di Cecelia Ahern

Buon venerdì lettori,
pronti per il weekend? Oggi vi parlo del nuovo romanzo di Cecelia Ahern uscito da pochissimi giorni per DeAgostini!

Titolo originale: Flawed
Serie: Flawed n°1
Genere: Distopia
Target: Young Adult
Data pubblicazione: 13 settembre 2016
N°pagine: 322
Trama: In un futuro non molto lontano, il giudice Crevan è a capo della Gilda, uno speciale tribunale con il compito di condurre una spietata crociata contro l’immoralità. È lui e lui solo a decidere chi è un cittadino modello e chi invece è un “imperfetto”, un essere Fallato da marchiare a fuoco con una F sulla pelle e da allontanare dalla società civile. Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art, il figlio del giudice Crevan. Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D’un tratto, ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più, perché la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del giudice Crevan. Celestine decide quindi di soccorrere il pover’uomo e quel gesto si ripercuote su di lei con conseguenze drammatiche. Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in tribunale davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere marchiata a fuoco come Fallata. Sarà durante il processo che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un ragazzo misterioso e affascinante: l’unico amico su cui d’ora in poi Celestine potrà contare.
Ero intrigata da questo dispotico, io che in genere li bypasso abbastanza se non hanno un che di fantasy dentro. Ma ero curiosa di vedere cosa  avrebbe scritto un'autrice che in genere si dedica ai romanzi d'amore.
Fin dalle prime pagine mi ha richiamato alla mente altri romanzi distopici che mi è capitato di leggere in questi anni. Una società che per combattere criminalità, corruzione e quant'altro istituisce un organo di controllo che poco a poco prende sempre più controllo sulla popolazione.
In Flawed ciò che la Gilda persegue e incrimina sono gli errori che possono portare alla perdita della moralità... la moralità di questa nuova società che non ammette sbagli e ricerca solo la perfezione. Chi viene accusato e giudicato Fallato viene marchiato a fuoco con una F sul corpo per identificare di quale mancanza si è macchiato. Non sono criminali, ma vivono per tutta la vita isolati, ostracizzati e senza possibilità di aiuto come se il loro fosse il crimine peggiore.
Devo ammettere che questo mondo mi ha molto angosciato perché infondo non sono certa che possa essere solo frutto di fantasia. Ho letto questo romanzo con il cuore a mille per la paura di un simile destino mentre la protagonista, pur essendo spaventata non mi ha trasmetto il terrore che secondo la marchiatura e la vita da Fallato avrebbero dovuto darle.
Parlando della storia, pur essendo piena di avvenimenti mi dato la sensazione che non progredisse e fosse abbastanza statica fino all'ultimo capitolo in cui succede di tutto e inizia a puntare alla classica rivoluzione.
Allo stesso tempo però ho apprezzato l'ambientazione, per una volta non la classica città america post disastro e isolata da tutto e tutti. Siamo in Scozia e per i non Fallati il mondo è ancora quello che conosciamo seppur sotto una mentalità che cerca la perfezione.
Ora aspetto il secondo volume, per cambiare o confermare la mia opinione su questa serie che alla fin fine mi ha fatto fare le ore piccole e mi ha fatto pensare più di tanti altri libri!

Come sposare un milionario di Curtis Sittenfeld

Buongiorno lettori!
Come procedono le vostre letture? State leggendo qualcosa di interessante?
Io oggi vi propongo la recensione di un romanzo uscito da poche settimane che ha scalato le classifiche all'estero!

Titolo originale: Eligible
Serie: The Austen Project n°4
Genere: Romantico
Target: Adult
Editore: Bookme
Data di pubblicazione: 30 Agosto 2016
N°pagine: 440
Trama: Il matrimonio è sopravvalutato. Almeno è così che la pensa il Signor Bennet, padre di cinque splendide figlie - tutte ostinatamente nubili - e marito di lungo corso di una donna ingombrante. Ma quando Chip Bingley, scapolo tra i più ambiti, fa ritorno a Cincinnati, niente e nessuno può contenere la frenesia che come una febbre si impossessa della Signora Bennet. L’eccitabile e invadente matriarca, infatti, è pronta a tutto pur di vedere sistemate almeno le maggiori tra le sue ragazze: la dolce Jane, maestra di yoga ormai vicina ai quaranta e tormentata dal desiderio di un figlio, e l’inquieta Lizzie, giornalista residente a New York e single part-time. Poco importa che problemi ben più pressanti minaccino la serenità della famiglia… Sull’orlo della
rovina economica, incalzate da mille imprevisti e complicazioni, riusciranno le sorelle Bennet a sopravvivere a quel ciclone chiamato amore?
Con implacabile leggerezza, Sittenfeld ci racconta chi siamo in questa storia romantica e irriverente, modernissima e senza tempo, scintillante di intelligenza e di ironia.

Non sono una grande lettrice di classici ahimè ma amo alla follia Orgoglio e Pregiudizio: lo rileggo almeno una volta all'anno accompagnato dalla colonna sonora del film tratto dal libro nel 2005 (quello con Keira Knightley per intenderci). Quindi un retelling di Elisabeth Bennett e Mr. Darcy non potevo farmelo scappare.
Mi sono lanciata nella lettura piena di entusiasmo e di primissimo acchitto sono stata sufficientemente appagata da quel che leggevo. Abbandoniamo la cara Inghilterra per trasferirci a Cincinnati, in una villa Tudor di proprietà della famiglia Bennett. Rispetto al classico di Jane Austen i personaggi assumono - giustamente - connotati più moderni e si muovono in una storia che pur rispettando i punti salienti cambia e arriva negli anni 2000.
Quindi alcuni aspetti di questo romanzo mi sono piaciuti ma allo stesso tempo tanti non mi hanno convinto o mi hanno fatto storcere il naso. Dall'età delle sorelle bennett maggiori di molto molto più grandi di Lydia all'eccessivo basassi sul sesso di relazioni e discorsi, alla scelta di mantenere tutti i nomi eccetto quello del povero Mr. Bingley passo da Charles a Chip... Chip!
Come sposare un milionario secondo me aveva buone basi e idee perché diventasse un retelling da consigliare e rileggere ma non c'è stato il giusto lavoro dietro rendendo il libro ne un indimenticabile ne una lettura da dimentica. È rimasto nella media.
Ora sono curiosa di leggere anche i precedenti retelling della serie e chissà se mai avremo occasione di vederli nelle nostre librerie.

Made in Italy #21

Buongiorno lettori!
Oggi vi segnalo il primo romanzo di un autore italiano da tenere d'occhio! Si tratta di Paolo Costa e il suo Puoi sentire la notte?

Genere: M/M
Target: Young Adult
Editore: Self
Data di pubblicazione: 31 Agosto 2016
N°pagine: 214
Trama: Diciotto anni e con la testa sulle spalle, Stephen vive la sua vita giorno per giorno, aggirando con ottimismo e spensieratezza qualsiasi ostacolo la vita gli metta davanti. Schiacciato tra la perdita della sua più cara amica e con la consapevolezza di essere fuori posto, in un mondo che sembra stargli stretto, Stephen cerca di sopravvivere senza sentire il peso dei suoi fallimenti gravargli sulle spalle. O almeno... A ventitrè anni, con una famiglia che sembra non conoscerlo più, tutto ciò che Kenneth vorrebbe è restare nascosto nel suo "armadio", lontano da qualsiasi sguardo. Bloccato in una vita che non vuole, con un lavoro incerto, Kenneth cerca di superare ogni giornata senza versare l'ultima goccia che potrebbe far inondare tutto il suo mondo. O almeno... Due ragazzi diversi, due realtà opposte. Un incontro esplosivo. Affronterai l'amore, o resterai nascosto dentro l'armadio?
LINK Acquisto


PAOLO COSTA
Classe '97 e un grande amore per la scrittura e la letteratura.
Esordiente a diciotto anni, nato e cresciuto a Trapani, estrema punta della Sicilia, trascorre le sue giornate a buttare giù pensieri su pensieri e critiche, tra un brano dei Coldplay e uno di Beyoncé (benché i suoi gusti musicali esplorino ogni genere ed epoca).
Avido consumatore di film e serie televisive, spesso causa di continua perdita di sonno, così come le letture adrenaliniche che da sempre lo accompagnano.
L'ispirazione per i suoi romanzi gli viene durante i lunghi tragitti su treni e pullman, sempre accompagnato dai suoi auricolari e da un quaderno per gli appunti.
Immancabile nel suo zaino il suo eReader e il portafogli pieno di scontrini, tessere di biblioteche e ricordi vari.

Prossimamente in libreria #94

Buongiorno lettori!
Rientrati dalle vacanze iniziano a spuntare titolo che mi ispirano e che stuzzicano la curiosità.
Il primo è Le regole del tè e dell'amore!

Genere: Narrativa, Romantico
Editore: TRE60
Data di pubblicazione: 8 settembre 2016
N°pagine: 336
Trama: L'amore di Elisa per il tè risale alla sua infanzia. È stata sua madre a insegnarle tutte le regole per preparare questa bevanda e ad associare, come per gioco, ogni persona a una varietà di tè.
Daniele, il suo unico grande amore, è tornato dopo tanto tempo. Ma Elisa ha imparato da sua madre a non fidarsi della felicità, a non lasciarsi andare mai, perché il prezzo da pagare potrebbe essere molto alto. Prima di tutto dovrà trovare se stessa, poi potrà capire se Daniele può renderla felice.
Quando trova per caso una vecchia scatola di tè con un’etichetta che riporta la scritta ROCCAMORI, il nome di un antico borgo umbro, Elisa ne è certa: si tratta del tè proibito della madre, quello che le fece provare solo una volta e che, lei lo sente, nasconde più di un segreto.
Forse proprio lì, in quel borgo antico, Elisa potrà trovare le risposte che cerca e imparare a lasciarsi andare e a fidarsi dell'amore, guidata dall'aroma e dalle regole del tè…

Vi ispira? Siete amanti del te e questo romanzo vi incuriosisce. O amate il caffè?

Mezzanima. Luna d'inchiostro di Monica Gatto

Buondì lettori!
Siete gia rientrati dalle ferie/vacanze oppure siete ancora tranquilli su qualche spiaggia?
Oggi vi propongo una recensione di un fantasy davvero bello tutto Made in Italy!

Serie: Mezzania n°2
Genere: Fantasy
Target: Young Adult
Editore: Eden Editori
Data di pubblicazione: 25 maggio 2016
N°pagine: 330
Trama: Arian e Robin, due ragazzi di 17 anni, uniti da un legame che va ben oltre i poteri che hanno da poco scoperto di avere, si trovano nuovamente a fuggire dalle creature che la Regina continua a sguinzagliare per ucciderli. Infatti, dopo essere riuscita a distruggere la Fortezza dei Custodi, senza catturare i due guerrieri, la sua ira divampa, lasciando una scia di morte e terrore nel Regno. I due ragazzi, accompagnati dall'inseparabile amico Ren, sono rimasti ormai da soli ad affrontare nemici inimmaginabili, che li porteranno sull'orlo dell'impossibile. Ma questa volta non per scappare: la loro fuga si e? trasformata in una battaglia, che arriveranno a combattere insieme, per la loro vita, i loro principi, la loro liberta?... e non solo. Ora, sulle ali piumate di draghi piu? neri del buio, i tre amici proseguono il loro viaggio attraverso il Regno dell'Ovest, terra di fuoco e di ghiaccio, roccia e cieli sconfinati, in una lotta contro il tempo e la Regina. Ma ancora una volta la posta in gioco e? veramente molta alta...

Ogni tanto capita di trovare splendide storie nate dalla penna di autori e autrici nostrane. Ho letto il primo romanzo di Mezzanima questo Natale, quando la mia vita non era semplice ne felice eppure mi aveva conquistato. Sono stata davvero entusiasta quando è uscito questo secondo volume tanto da voler aspettare il momento giusto e più tranquillo per immergermi nella lettura.
Fin dalle prime pagine si rimane di nuovo coinvolti nella storia, tornando ad accompagnare Robin e Arian nelle loro vicende, nel loro evolversi e crescere mentre intorno a loro si muovono vecchi e nuovi personaggi descritti con dovizia di particolari che li rendono non solo personaggi secondari ma veri e propri "protagonisti".
Sono ancora piacevolmente stupita che questa serie sia stata scritta da una giovanissima autrice che ho avuto l'onore di incontrare al Salone del Libro di Torino - dove ahimè ho fatto una gaffe enorme non vedendo poster, molto grande, con proprio la cover di Mezzanima. Luna d'inchiostro, tra l'altro bellissima come la prima.
Monica Gatto è un'autrice da tenere d'occhio, un'abile penna capace di tratteggiare l'atmosfera e la storia nella nostra mente senza sforzo e facendo rimanere incollati alle pagine emozionandoci con le sue parole.
Mezzania è un fantasy che consiglio di leggere vivamente e spero che in fondo Arian e Robin abbiano altre storie da raccontarci!


L'arte nel sangue di Bonnie Macbird

Buongiorno lettori!
state preparando il pranzo di Ferragosto o lo passate tranquilli? Vi lascio con una nuova recensione... Oggi tocca a un giallo!

Titolo originale: Art in the Blood
Genere: Giallo
Editore: HarperCollins
Data di pubblicazione: 14 Luglio 2016
N°pagine: 227
Trama: Londra, in un nevoso dicembre del 1888. Dopo la disastrosa indagine sullo Squartatore, il trentaquattrenne Sherlock Holmes è caduto in un profondo stato di prostrazione dal quale nemmeno Watson riesce a svegliarlo. Finché non arriva da Parigi una strana lettera in codice.
Mademoiselle La Victoire, una bellissima cabarettista francese, scrive che il figlio illegittimo che ha avuto da un lord inglese è scomparso, e che lei stessa è stata aggredita per strada a Montmartre.
Holmes e Watson si precipitano a Parigi e scoprono che il ragazzino scomparso è solo la punta dell'iceberg di un problema molto più grave: una preziosissima statua greca è stata rubata a Marsiglia, e in un setificio del Lancashire sono stati uccisi dei bambini. Gli indizi, in tutti e tre i casi, conducono allo stesso, intoccabile personaggio... Ma Holmes riuscirà a riprendersi in tempo per trovare il ragazzino scomparso e fermare l'ondata di omicidi, anche se per riuscirci deve essere sempre un passo avanti rispetto a un pericoloso rivale francese ed evitare le minacciose interferenze del fratello Mycroft?
Un'avventura incalzante, scritta nello stile di Sir Arthur Conan Doyle, in cui la celebre coppia è alle prese con un caso che metterà alla prova l'amicizia di Watson e spingerà al limite la fragilità e le doti della natura artistica di Sherlock Holmes.
Quanti di voi amano i gialli di Sherlock Holmes, cartacei o cinematografici che siano? Grazie alle serie tv io me ne sono innamorata e Bonnie Macbird mi ha regalato il piacere di una lettura piacevolissima, scorrevole e avvincente.
Innanzi tutto bisogna dire che l'autrice ha scritto di Holmes e Watson rendendoli coerenti con i personaggi di sir Arthur Conan Doyle e delle trasposizioni cinematografiche degli ultimi anni. E sembra proprio di seguire una TV-avventura tale è la completezza della scena, della storia e delle descrizioni dei protagonisti che ce li fanno figurare con le facce e le voci che conosciamo.
In questa storia ci sono opere d'arte trafugate, bambini sfruttati, un investigatore francese, un nobile decaduto..
Sherlock viene incaricato dalla madre naturale di Emil, una cantante francese, di scoprire dove è scomparso il figlio.
Cresciuto come erede di lord Pellinghamq per un accordo di quest'ultimo e la madre che può vedere presentandola come amica, una volta all'anno. Ma quest'anno l'appuntamento salterà e Sherlock dovrà scoprire perché.
Per conoscere la cliente e parlare con lei ecco Sherlock e Watson nella ville Lumière, nei club di Montmartre e persino a casa di Toulouse Lautrec! A loro si unirà, o meglio incrocerà la loro strada, l'investigatore francese Vidocq che, desideroso di recuperare un opera scomparsa per conto del Louvre, ha avvicinato la cantante Cherie Cerise per arrivare al conte.
Intanto anche Mycroft cercherà di conoscere i progetti del conte di Pellingham, sospettato di trafficare in opere d'arte rubate e preparerà un travestimento per far entrare Sherlock nella tenuta.
Giunti nella lontana contea Sherlock e Watson scopriranno bambini sfruttati e brutalmente uccisi nella fabbrica del conte, un magistrato sadico e vendicativo che terrorizza i concittadini, violenze nascoste dietro una bella facciata ma troveranno anche persone che decideranno di unirsi a loro per modificare l'inaccettabile status quo..
Ne L'arte nel sangue Sherlock si travestirà, passerà i suoi classici momenti di noia in cui metterà a dura prova la signora Hudson dando fuoco alla casa, lavorerà per il potente fratello Mycroft, affronterà numerosi agguati, rischierà la morte, con accanto il fedele Watson che, complice l'assenza di Mary, tornerà a lavorare al suo fianco.
Un libro davvero avvincente e che non può mancare sulle librerie di un amante del genere o del personaggio ma anche da chi vuole provare qualcosa di nuovo!

Lezioni di seduzione di Chiara Venturelli

Buona domenica lettori,
oggi vi propongo la recensione di un Romance tutto italiano che mi ha convinto e a cui spero darete anche voi una possibilità!

Genere: Romance, Contemporaneo
Target: New Adult
Editore: Centauria Libri
Data di pubblicazione: 26 Maggio 2016
N°pagine: 211
Trama: Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?
Ormai avevo da un po' questo romanzo che mi guardava dalla libreria e devo solo denigrare me stessa per averci messo tanto a leggerlo. Posso dire solamente che l'ho iniziato qualche sera fa e la mattina successiva l'aveva già concluso!
Non è il primo romanzo a tema "teatro" che leggo, anzi. Questi romanzi hanno un fascino davvero speciale su di me - che non farei mai e poi mai tetro - e forse avevo un po' paura che non mi entusiasmasse quanto volevo. Fortunatamente questa previsione si è rivelata del tutto infondata avendo divorato questo romanzo.
Elizabeth ha combinato un guaio per finire nel corso di teatro e ora quei crediti le servono. Tutto sembra procedere abbastanza tranquillamente finché il sadico e pazzo insegnante non sceglie proprio lei, la più timida e meno propensa al palco, come sua protagonista del suo Lezioni di seduzione. Oltre al ruolo per cui si sente del tutto inadeguata, a peggiorare le ansie di Elizabeth c'è Jack, il suo co-protagonista bello, talentoso e decisamente antipatico. O almeno così a creduto fino a quel momento.
Forse la storia non è nuova - e anzi, i miei unici appunti riguardano alcuno risvolti e scelte di quest'ultima che lo rendono in alcuni punti troppo prevedibile e già letto - è scritta davvero con maestria e cattura il lettore sin dalle prime pagine, per lasciarlo solamente alla fine dell'ultimo paragrafo.
Consiglio Lezioni di seduzione a chi ama il genere New Adult e il Romance, ma anche a chi cerca una bella storia romantica che faccia emozionare e chi ha bisogno di una spinta per aprirsi un po' alle nuove esperienze. Una lettura dunque davvero piacevole che mi farà seguire con attenzione i prossimi passi dell'autrice nella speranza che arrivi presto qualche suo altro scritto!

Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri