The Heir di Kiera Cass

Buongiorno lettori,
oggi rubo qualche momento di lavoro all'università per parlavi del nuovo libro di Kiera Cass.
Se avete avuto modo di leggere le mie precedenti recensioni al riguardo saprete ormai che ritengo l'idea della storia davvero piena di possibilità, però non sfruttate dall'autrice per varie ragioni.
Vediamo, con questo nuovo capitolo, con questi nuovi personaggi, cosa ci riserverà The Heir!

Titolo originale: The Heir
Serie: The Selection n°4
Genere: Distopico, Romantico
Target: Young Adult
Editore: Sperling&Kupfer
Data di pubblicazione: 5 Maggio 2015
N°pagine: 348
Trama: Sono passati vent’anni da quando America Singer ha partecipato alla Selezione e conquistato il cuore del principe Maxon. Ora, nel regno di Illea, è tempo di dare inizio a una nuova Selezione. E questa volta sarà la giovane principessa Eadlyn a scegliere tra i trentacinque pretendenti arrivati a Palazzo. L’idea che la competizione possa regalarle la stessa favola d’amore dei suoi genitori non la sfiora nemmeno. Ma scoprirà presto che il suo lieto fine non è poi così impossibile come aveva pensato.

Per ragioni a me ancora sconosciute, desideravo ardentemente questo romanzo, molto più di quanto non abbia atteso i precedenti libri. Perché? Forse perché i primi capitoli messi a disposizione nei mesi scorsi mi avevano dato l'impressione di una storia migliore, di una protagonista che non avrei voluto prendere a padellate e forse di un generale miglioramento.
Fortunatamente, appena l'ho avuto tra le mani, tutte queste sensazioni sono state confermate! Con questo non dirò che improvvisamente l'autrice si è reinventata riuscendo a creare un libro ottimo: è buono, migliore della trilogia precedente, piacevole da leggere - per me almeno - ma non senza problemi o perfetto.
Dopo la Selezione che ha fatto diventare regina America Singer, ora è la volta della principessa Eadlyn a dover scegliere l'uomo che vorrà al suo fianco. L'unico problema è che la principessa non è assolutamente intenzionata a scegliere.
Sin dalle prime pagine è chiaro come Eadlyn non sia una principessa svenevole e dedita solo ai suoi interessi. Lavora accanto al padre, imparando tutto ciò che è necessario per diventare una buona regina. Ma per esserlo in un paese che non ha mai avuto una donna al potere non può permettersi di essere messa in ombra da un marito o dai consiglieri. Così, nel corso degli anni, ha eretto un muro attorno a sé, che solo i genitori e i fratelli sono in grado di superare, e che minaccerà di mandare all'aria la Selezione.
Posso dire fin da subito che tutti i figli di America e Maxon mi hanno conquistato. Osten, il più piccolo, che diciamocelo sembra un incrocio tra un genio del male e un mafioso ma assolutamente adorabile; Kaden, il figlio con la mente più fine e quello più studioso; ed infine i due gemelli Ahren e Eadlyn.
Se da un lato Ahren è solare e aperto, profondamente innamorato dell'erede al trono francese per cui sarebbe disposto a tutto, Eadlyn invece ha corazzato il proprio cuore diventato un'ombra di quello che poteva essere pur di essere la migliore regina per il suo popolo.
Il ritratto di questi quattro ragazzi ci fa capire come la Cass sia migliorata: America per quanto particolare non era mai stata ben tratteggiata nella sua trilogia, scatenava urticaria appena priva bocca e bisognava chiudere nel capanno degli attrezzi ogni cosa che potesse essere usata per prenderla a badilate; Maxon, gli mancava un pizzico di realtà in più e su Aspen non mi esprimo. Tuttavia, ancora non si può dire che siano privi di difetti (di costruzione).
Perché dal momento in cui inizia la nuova Selezione Eadlyn ci viene presentata come una principessa viziata oltremodo e in grado di guardare solo a se stessa. Madre, fratelli, amici: tutti le dicono che è così. E le scene in cui questo aspetto uscirà non mancheranno (e in quei casi non si potrà che concordare) eppure a me hanno dato la sensazione di essere state messe li con il solo intento di dar ragione ai commenti perché in gran parte delle situazioni non lo è: forse non sarà la persona più espansiva e aperta al nuovo di questo romanzo, ma neanche mi ha dato la sensazione di essere quella ragazza viziata e vanesia che vorrebbe farci credere l'autrice. Sul fatto che possa cambiare alcuni atteggiamenti e capire, come le dirà Ahren, che potrà essere una regina forte e femminile, nel senso di dolce, insieme sono d'accordo. Sul fatto che debba smettere di pensare solo a sé no. Perché semplicemente non lo fa. Almeno questa è la mia opinione.
Più che una recensione parrebbe che io stia facendo un manifesto a difesa delle ragioni di Eadlyn, scusatemi ^_^
Detto ciò, sul lato maschile della selezione, non ho molto da dire se non che l'attenzione e la coerenza che gran parte della famiglia reale ha, qui manca. Passiamo da ragazzi lascivi e offensivi a quelli che si offendono con nulla. Ma fortunatamente una piccolo manciata di ragazzi, che ipotizzo diventeranno l'Elite di questa selezione, sono a poco a poco caratterizzati meglio.
Io ho un'idea su cosa accadrà alla fine del prossimo romanzo (sempre che non ne spunti un terzo per far sì che ci sia una seconda trilogia e non duologia) e spero che l'avvenimento con cui si chiude questo abbia un epilogo positivo.
The Heir, a conti fatti, è stato un romanzo inatteso e che avevo proprio bisogno di leggere. Continuerà ad essere a tratti ovvio, un filo trash e un filo zoppicante per quando riguarda costruzione ed evoluzione della storia ma mi è piaciuto!
Un Young Adult che non può mancare nelle librerie delle lettrici più giovani (e anche no) che amano le storie romantiche!

3 commenti :

Nuovo codice commenti
  1. Ciao girando per il web ho trovato il tuo blog .... davvero carinissimo complimenti !
    Ora sono tua follower. Spero che vorrai passare da me, al Rifugio degli Elfi per rendere il Follow http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/
    Se ti piacciono gli E-book fantasy al momento al Rifugio, e fino al 13 maggio è in corso un giveaway i cui premi sono E-book fantasy. Ti aspetto .... a presto spero !

    RispondiElimina
  2. Naturalmente leggerò questo libro, ma ovviamente la casa editrice mette sempre prezzi assurdi. Sono molto incuriosito dalla famiglia formata da America e Maxon e questa Selezione "male version". Mi chiedo inoltre se ci sia ancora distopia in questo libro, essendo classificato come distopico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Fratelli di Eadlyn secondo me sono fantastici ;) più dei baldi giovani selezionati ^_^
      Quanto al discorso distopia decisamente non lo è, come a mio parere non lo erano neanche i tre precedenti. Ma allora è fantascienza? In teoria si ma da noi l'eccezione è più riferita a storie che hanno a che fare con lo spazio e quindi questo lo escluderebbe. Fantasy, e qualunque sottogenere, idem perché manca tutto l'aspetto di "magia" o dell'ambientazione inventata.
      Direi che è il caso di definirlo solo un romantico xD

      Elimina

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri