Il giardino di Penelope di Elena Scigliuzzo

Buongiorno lettori!
visto che rapidità questa seconda recensione? fortunatamente non ci ho messo un altro mese e mezzo per trovare due minuti da dedicare al blog.
Forse sarò un po' collana-tematica questi giorni ma la collana Talent riserva davvero fantastici libri!

Genere: Contemporaneo, Romantico
Terget: Adult
Editore: Centuria Libri
Collana: Talent
Data di pubblicazione: 19 Settembre 2016
N°pagine: 236
Trama: Di tutti i lavori ingrati e bastardi, questo è senza dubbio il peggiore. Sofia è furibonda. Daniele Treves, scrittore bestseller, per ignoti motivi vuole pubblicare il suo prossimo romanzo con la piccola ma raffinata casa editrice Dionea, per cui lei lavora. A una condizione: per tutto il tempo che gli servirà a finire di scriverlo, vuole un editor a sua disposizione nella villa di Roma, pronto a leggere, correggere, commentare e persino a fargli da autista. E Roberto, l’editore, ha scelto proprio lei. Che non chiedeva di meglio – in fondo, a quindici anni, un romanzo di Treves le ha cambiato la vita – fino a che non ha scoperto che il suo eroe è un uomo riottoso e lunatico, in una parola insopportabile… E irresistibile. Non ci vuole molto prima che le necessità professionali entrino in conflitto con gli impulsi del cuore, un sentimento che minaccia di travolgerla e contro cui Sofia si ritrova a lottare fino a graffiarsi l’anima. Mentre le ombre del passato, suo e di Daniele, si addensano minacciando di cancellare il futuro...
Questo romanzo di risate e malinconie, rabbia e batticuore è la storia di una donna che crede di volere la pace e vuole la passione. Di un uomo che cerca una parte perduta del suo cuore. Di molte trame in un eterno giardino, un Eden abitato dai profumi dell’estasi e dal serpente della sofferenza. E di un libro, naturalmente: perché solo il potere delle parole è capace di ricomporre le schegge impazzite di due vite nella luminosa armonia di un amore.
Il mio peccato, in termini di libri, sono i libri che parlano di altri libri, di romanzi, di scrittori, di case editrici e quant'altro. Che siano self, saggi o volumi di narrativa, nel momento in cui scopro che esistono devo acquistarli. E, ovviamente, non potevo non leggere Il giardino di Penelope.
Che siate lettori "forti" oppure no è probabile che ci sia un libro nella vostra storia che vi ha parlato direttamente, che vi ha tirato fuori da un brutto momento o ha tracciato davanti a voi un percorso da seguire. Questo è quel che accade a Sofia quando, da adolescente incappa nel romanzo di un autore emergente che le cambierà la vita. Le indicherà che strada seguire nel suo futuro e come superare gli anni più dolorosi e difficili che le si porranno davanti.
Gli anni passano e quello stesso autore dovrà affidarsi a lei, un'editor, per trovare nuovamente le parole che l'hanno abbandonato.
Dopo poche pagine è stato amore tra me è il giardino di Penelope. Volevo leggerlo tutto d'un fiato sperando allo stesso tempo che non finisse mai. Sono stata trascinata nella calma della villa e del giardino in cui Daniele, l'autore, si rifugia, nella vita caotica di Sofia come se la vivessi in prima persona.
Sarei volentieri rimasta tra le pagine di quel libro.
Non sono riuscita a capire se questo romanzo fosse l'esordio della scrittrice oppure no, ma certamente desidero avere nuove occasione per farmi rapire dalle storie e dallo stile di Elena Scigliuzzo.
Se non lo avete ancora nella vostra libreria rimediate quanto prima perché Sofia e Daniele vi aspettano per raccontarvi quanto la vita posso essere difficile, terribile, ma anche i modi con i quali sconfiggerla e trovare il proprio angolo di giardino in cui essere vivi.

0 commenti :

Nuovo codice commenti

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri