Switched di Amanda Hocking

In questo periodo sono giunta alla conclusione che o leggo troppo veloce o i libri non sono più quelli di una volta. Certo, so bene di leggere mooolto veloce ma non è possibile che tutti gli ultimi romanzi mi durino una manciata di ore.
Il record è stato proprio Switched, l'ultimo caso letterario (almeno in Italia) nel panorama degli urban fantasy per ragazzi: in due ore e poco più era finito.
Qualche giorno fa ero incerta riguardo al prendere questo libro o no... mi ispirava ma trovato commenti entusiasti e altri totalmente stroncanti. Alla fine mi ha prevalso la curiosità per questa autrice che si è pubblicata da se, riuscendo al arrivare anche qui.

Titolo originale: Switched

Editore: Fazi
Data pubblicazione: 20 Gennaio 2012
N° pagine: 334
ISBN: 9788876251498
Trama: Wendy Everly sa di essere diversa dalle altre ragazze, ha scoperto di possedere un potere oscuro che le permette di influenzare le decisioni altrui, un potere segreto che non può rivelare a nessuno. La scuola della piccola cittadina di provincia in cui si è trasferita con la famiglia, le sta stretta, il rapporto con la madre è conflittuale, tutto sembra insopportabile finché una notte si presenta alla finestra della sua stanza il misterioso e affascinante Finn, da poco in città. L'arrivo di Finn sconvolge il mondo di Wendy. Questo strano ragazzo possiede la chiave de suo passato e le risposte sui suoi poteri e rappresenta la porta d'accesso a un luogo che Wendy non avrebbe mai immaginato potesse esistere.

Voto: ★★★★☆ (anche se forse è più un 3 ½)

Come già detto ci sono in giro parecchi pareri contrastanti riguardo questo libro. Io mi trovo a condividere sia una visione che l'altra.
Partiamo con i pareri contrastanti.
Primo fra tutti c'è "è l'ennesimo YA che in questo periodo spopola". Niente di più vero: se non sono vampiri sono angeli, se non solo licantropi sono troll. La storia per quanto in alcuni punti innovativa, o per lo meno diversa, resta sempre quella. Mi dispiace per l'autrice, che c'è poco da dire ma ammiro per ciò che ha fatto (autopubblicazione e cose lì), ma per quanto rivisitato è l'ennesimo twilight in circolazione.
Tuttavia se il piace il genere e non ci si è stufati, il libro è molto bello, scritto bene, con una protagonista lievemente alternativa e anche la sua vita pre-libro. Inoltre anche la storia d'amore, per quanto prevedibile fin dall'inizio, ha una svolta finale inaspettata... e che fa prevedere un mucchio di guai per un seguito!
Seguito che ora intendo leggere perché sono proprio curiosa di vedere come si risolvono le cose! Vediamo se l'impressione che mi ha fatto resiste.

EDIT: Aggiornamento lettura Torn (Voto: ★★★★☆)

Dopo un numero considerevole di Urban fantasy YA più o meno tutti simili sono giunta alla conclusione che solo il primo libro è così, probabilmente per puntare sul sicuro e per perché dopo tutto è una buona base.
Con i libri successisi gli autori hanno più possibilità di far vedere la loro bravura o la loro originalità.
Torn non fa eccezione.
Decisamente migliore del primo, un po' diverso quindi dal solito, anche se più triste secondo il mio punto di vista.
Storia forse prevedibile in alcuni punti ma quando mai non è così?
Unica nota dolente... troppo ragazzi che vogliono Wendy.

RI-EDIT: Aggiornamento lettura Ascend (Voto: ★★★★☆)


Non me lo aspettavo, dico la verità: non mi aspettavo che le cose finissero in questo modo, specie la storia di Wendy e Finn (per cui, diciamoci la verità io parteggiavo)
Con questo libro Amanda Hocking ha cambiato tutte le carte in tavola. Dei tre questo libro è sicuramente il migliore tant'è che è riuscita a farmi a convincermi appunto che la scelta, e le scelte in generale, di Wendy sia stata la migliore per lei, il suo cuore e il suo regno.
E fino a questo libro non mi ero accorta quanto stupido fosse stato Finn... da dargli una mazzata in testa insomma, giusto per vedere se è davvero irrimediabile (non è la parola giusta ma per ora non mi viene quella che avevo in mente).
Degli altri personaggi posso dire solo che sono "cresciuti", specialmente Willa, e che Tove è davvero troppo buono.

Non dico altro per non rovinare la sorpresa a chi vuole leggerlo ma non posso che ringraziare la Fazi per aver scelto di pubblicare questo libro malgrado i commenti negativi che ci sono su questa serie. Ora sono decisamente convinta della scelta fatta!
Continuate così!


La vostra opinione su questo libro?

0 commenti :

Nuovo codice commenti

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri