Graceling di Kristin Cashore

Titolo originale: Graceling
Titolo italiano: Graceling
Editore: De Agostini
Data pubblicazione: Aprile 2009
N° pagine: 459
ISBN: 9788841856383
Trama: Tutti i i Graceling hanno gli occhi di due colori diversi. Tutti i Graceling hanno un Dono. Difficile è però sapere quale Dono possiedono: a volte anche per loro stessi è duro capirlo e controllarlo. Ci sono Doni quasi inutili, come la capacità di ripetere le parole al contrario o di ricordare certi dettagli. Katje ha diciotto anni e il suo Dono è un'arma terribile nelle mani di suo zio, re Rand. Il futuro le può riservare un posto sicuro al fianco di quest'uomo vendicativo o infinite sorprese, come l'incontro con un Graceling dallo sguardo intenso che sembra conoscerla fin troppo bene.
Giudizio:

Attenzione agli spoiler!

La mia opinione: Graceling è un fantasy molto bello; io almeno l'ho apprezzato sia leggendolo in lingua originale - se qualcuno fosse interessato è in vendita - sia nella rilettura italiana che ho appena finito. 
In un mondo dagli aspetti medievali, come ogni buon fantasy che si rispetti, dove a volte nascono bambini con un Dono - grace in inglese significa dono - la protagonista del romanzo è  Katje, nata con il Dono di uccidere. 
Nipote del re, Rand, viene utilizzata da quest'ultimo per eliminare oppositori e nemici: dopo l'accidentale omicidio di un cugino, Katje viene addestrata dal capo delle spie, Oll, mentre la fama che le si crea intorno peggiora, incutendo terrore in chiunque.
Innesco che porta Katje a rivedere le sue convinzioni - a non vedersi più come un mostro in grado solamente di togliere vita - è il salvataggio di un vecchio Lienid - nome degli abitanti di uno dei regni e nome dello stesso - e l'incontro con Po, il nipote di quest'ultimo, anche lui un Graceling con il Dono del combattimento.
La trama, dall'incontro con Po, si evolve seguendo le "indagini" per scoprire chi ha rapito il nonno di Po, il mutamento del legame tra i due giovani, e l'approfondimento dei relativi Doni.
Essendo un romanzo d'esordio ovviamente ha le sue pecche. I personaggi, eccettuato Po forse, risultano essere troppo poco approfonditi e lievemente stereotipati, così come la trama a volte è poco verosimile, vedi la fuga di Katje e BitterBlue sulle montagne, o la conclusione troppo velocizzata per quanto riguarda la fine del cattivo di turno.
In ogni caso per me resta un fantasy capace di attirarti nella trama, nelle vicende, facendoti affezionare ai personaggi e soffrire per loro. Io, almeno, non ho potuto non essere triste per Po e Katje alla fine, ma specialmente Po.

A momento della stessa autrice è già stato pubblicato, anche in Italia, Fire il prequel di Graceling ambientato una trentina d'anni prima a Dell, un altro dei Sette Regni; mentre è prevista per quest'anno l'uscita di BitterBlue, il seguito vero e proprio malgrado questo romanzo possa dirsi autoconclusivo.

4 commenti :

Nuovo codice commenti
  1. é una trilogia? consigliato? scusa se ti commento così indietro ma stavo esplorando il blog!

    RispondiElimina
  2. Si, è una trilogia, anche se l'ultimo non è uscito e se ti piace il genere protagonista avventurosa te lo consiglio vivamente! A me è piaciuto proprio tanto, anche se forse di più Fire (il secondo) però come lettura vale la pena.

    RispondiElimina
  3. ma il terzo non è ancora uscito o non esce? grazie!

    RispondiElimina
  4. No, non ancora. Dovrebbe uscire in America e simili a maggio 2012 ma non ho trovato date certe

    RispondiElimina

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri