Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor

Buona sera lettori!
Oggi vi propongo la recensione di un libro tanto aspettato e adesso tanto amato. Finalmente è arrivato in libreria il volume conclusivo de La chimera di Praga e io spero di trovare parole adatte per parlarne.

Titolo originale: Dreams of Gods & Monsters
Serie: Daughter of Smoke & Bone n°3
Genere: Urban Fantasy, Fantasy
Target: Young Adult
Editore: Fazi
Collana: LainYa
Data di pubblicazione: 14 Luglio 2016
N°pagine: 600
Trama: La misteriosa Karou è una chimera unica nel suo genere: al contrario dei suoi simili, l’eroina della trilogia La chimera di Praga ha sembianze umane, impreziosite da meravigliosi capelli blu. È innamorata di Akiva, un angelo dalla bellezza eterea. Angeli e chimere sono però nemici naturali, in lotta da secoli. C’è solo un modo per ristabilire la pace: tentare un’alleanza fra le chimere e quegli angeli che, come Akiva, hanno deciso di ribellarsi al loro imperatore.
In questo terzo e conclusivo capitolo della saga entriamo subito nel vivo dell’azione: l’esercito degli angeli discende sulla Terra, in pieno giorno, in una Roma sfolgorante di sole, con uno stuolo di telecamere intente a riprendere e un pubblico sbalordito a osservare la scena. Nel frattempo, dopo il tradimento che ha portato la sua specie allo stremo, Karou sta ricostruendo l’esercito delle chimere e, grazie a un inganno ingegnoso, è ora alla guida della ribellione contro gli angeli. Il futuro della sua specie dipende da lei, ed è giunto il momento dello scontro finale. Riusciranno Karou e Akiva a realizzare il sogno di una realtà in cui i loro popoli smettano di distruggersi e in cui, forse, potrebbe esserci spazio per il loro amore?
Con queste pagine mozzafiato, caratterizzate da una tensione costante e una serie di personaggi indimenticabili, Laini Taylor conferma il suo grande talento. Un finale stupefacente per una trilogia fantasy davvero epica, una suggestiva rivisitazione moderna della mitologia classica e cristiana che ha appassionato milioni di lettori in tutto il mondo.
Ammetto che per qualche breve istante della mia vita ho temuto che questo romanzo non venisse mai pubblicato. Certo c'erano le continue rassicurazione della Fazi al riguardo ma di anno in anno il volume veniva rimandato e l'ottimismo che provavo ne ha sofferto almeno un po'. Poi finalmente, questa primavera - e prima in realtà con la rinascita della collana Lain divenuta LainYa - si ha finalmente avuto la certezza: Dreams of Gods & Monsters sarebbe arrivato a giungo.
Vicissitudini varie ed eventuali hanno fatto slittare l'uscita al 14 luglio, con tanto di cambio di cover e di titolo, ma finalmente possiamo leggere le vicende conclusive della storia di Akiva e Karou.
Perché tutto questo preambolo - super interessantissimo vero? - vi chiedere. Perché non ho davvero parole per descrivere questo romanzo.
Lo aspettavo con impazienza da Aprile 2013 quando chiusi Città di sabbia. Desideravo leggerlo e farmi rapire ancora una volta da questa storia così unica e scritta in modo sublime. Volevo un lieto fine per l'angelo e il diavolo che avevano sognato un mondo differente.
E Sogni di mostri e divinità è stato... totalizzante. Epico, romantico, doloroso, divertente, intenso, mozzafiato e dolce come pochi, pochissimi, altri libri. Ha scatenato in me ogni genere di emozione, travolgendo e toccandomi piano allo stesso tempo.
Se prima avessi avuto dubbi sulla bravura di Laini Taylor, della sua abilità a tratteggiare mondi, personaggi e avventure fuori dall'ordinario ora qualsiasi ombra è sparita. La trilogia de La chimera di Praga è talmente unica e magica - e ancor più questo volume conclusivo - che non posso che invitarvi a leggerla perché non ve ne pentirete.
Tornando a noi, ai nostri personaggi che tanto ci sono entrati sottopelle da credere sia impossibile non leggerne più le avventure non ho molto da dire, non volendo rovinarvi la sorpresa della lettura, così come non voglio rivelarvi niente della storia.
Oh, avrei tanto tanto da dirvi, di quei personaggi, di quella scelta, di quelle emozioni, ma questo è un libro che dovete scoprire da soli dalla prima all'ultima pagina, senza che io vi dica nulla. Fidatevi.
Qualche appunto ce l'ho ovviamente - ormai sapete bene che non sono felice se non trovo qualcosa che non mi convince appieno - tra cui il finale "finale" concluso in poche righe che ci fanno desiderare leggere e leggere ancora di Karou e Akiva - immagino che la volontà dell'autrice fosse proprio quella ahimè. Donna crudele! - o il cambio di traduzione dei nomi dei desideri. Questo punto, che Sogni di mostri e divinità ha in come con Notte di torte e marionette, è quello che più mi ha, se non infastidito, "scaturita" trascinandomi fuori dal romanzo per qualche istante. Probabilmente è stato un errore in principio quello di assegnare traduzioni a nomi inventati dall'autrice ma trovare adesso i nomi originali non mi è piaciuto troppo.
Detto ciò, Sogni di mostri e divinità ma anche La città di sabbia e La chimera di Praga saranno sicuramente libri che leggerò e rileggerò per molte volte, sperando di riviere ogni volte le emozioni che la prima lettura mi ha dato.
Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono.... e voi non potrete non amarli.




Spero mi perdonerete per questa recensione, non proprio la migliore che mi sia capitato di scrivere, ma leggete Sogni di mostri e divinità. Leggete la Chimera di Praga, consigliatelo, amatelo e sognate.

0 commenti :

Nuovo codice commenti

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri