The Fine Line di Alicia Kobishop

Titolo originale: The Fine Line
Genere: Romantico, Contemporaneo
Target: Young Adult
Editore: Self (Amazon)
Data di pubblicazione: 6 Luglio 2015
N°pagine: 246
Trama: La liceale, Liv Evans, segue una sola regola: Niente legami. Ha perso così tanto nella sua vita ed è determinata a non voler commettere lo stesso errore di sempre, perdere chiunque lei ami. I ragazzi sono solo una distrazione piacevole, e una relazione stabile è qualcosa che vorrebbe definitivamente evitare. Ma la sua determinazione nel vivere un futuro lontano dal dolore viene messa alla prova quando incontra -e crea velocemente un inaspettato legame- con Logan Tanner.
Logan è sempre stato uno spirito libero, ma da quando un grande cambiamento nella sua vita ha avuto luogo, lasciandolo dubitare dell'integrità delle persone che lo circondano, ha portato quello stato a un nuovo livello. Imparando nel modo peggiore che la vita è troppo breve per le preoccupazioni -e che non ci si può fidare delle donne- Logan ha scambiato le gare clandestine per un lavoro stabile. Quando Liv entra nel suo mondo, tutto quello che credeva di sapere sulle donne e sulla vita cambia.
In The Fine Line, Liv e Logan scopriranno se è possibile per il vero amore avere un futuro o se la storia è destinata a ripetersi.
Qualche settimana fa mi sono imbattuta in una segnalazione di questo romanzo e, neanche poche ore dopo, sono stata contatta dall'autrice in cerca di blogger italiani che potessero sponsorizzare un po' il libro. Visto il mio fluente inglese (senza Mari e Tania starei cercando di farmi capire a colpi di emoij) e la disponibilità di quest'autrice gentilissima e piena d'energia, che ringrazio enormemente, mi sono imbarcata in questa lettura che mi attirava non poco.
L'infanzia di Olivia è stata caratterizzata da figure paterne che per un motivo o per l'altro (un padre violento, un incidente fatale e un traditore) hanno distrutto l'anima della madre che non si è lasciata vincere ed è giunta al matrimonio con Jeff, un uomo buono e gentile con cui gestisce un bar. Ma per Liv le cose sono state molto diverse. Ha giurato a se stessa di amare nessuno, perché tutto finisce prima o poi spezzandoti il cuore.
Tutto sembra filare liscio finché, a pochi giorni dal rientro a scuola, non incontra un ragazzo dagli occhi color nocciola.
Mi sono subito appassionata alle vicende di Liv e Logan parteggiando, ovviamente, per un lieto fine e una relazione che non fosse di amicizia. Diciamocelo pure, Olivia ha avuto una resistenza mica da poco visto l'effetto che le faceva quel bel ragazzo e se alla lunga crea il classico problema e allentamento della coppia l'ho molto ammirata.
Anche Logan mi è piaciuto dal subito - gli occhi nocciola evidentemente creano effetti anche attraverso lo schermo di un ipad - ma quando si rincitrullirà in modo standard per la gelosia (non del tutto campata in aria ma ha una reazione decisamente troppo) l'ho apprezzato decisamente meno.
In ogni caso The fine line è stata una lettura assolutamente piacevole, forse non racconto in modo magistrale perché qualche frase non mi è piaciuta troppo ma comunque capace di tenere incollati alle pagine e che consiglio alle amanti delle storie d'amore e amicizia sia new adult e che young, anche se un po' più espliciti del normale.
Tre stelline e mezzo, anzi e tre quarti, per questo esordio d'oltre oceano che sono felice di aver letto.


Ma la recensione non è finita perché devo ancora liberarmi di tutta l'acidità che mi è salita leggendo questo romanzo. E se l'autrice con la sua storia di questo non ha nessunissima colpa lo stesso non lo si può dire di chi ha "curato" (curato è molto ironico) la traduzione e l'impaginazione di questo ebook.
Partiamo con la traduzione. Che nel mondo dei self non si abbia, nella stra grande maggioranza dei casi, una qualità da casa editrice (o quella che ci si aspetta da una casa editrice) è un dato di fatto. Non si può fare di tutti gli autori, e traduttori in questo caso, un fascio ma è la verità.
Non avendo grandi doti linguistiche ed essendo priva del libro non tradotto non posso dire quanto la scelta di alcuni termini, avverbi, tempi verbali sia dovuta al traduttore e quanto all'autrice ma trovare verbi essere al posto dell'avere, coniugazioni sbagliate maschili/femminili, pezzi di frasi mancanti (!!!) o prive di senso italiano perché si utilizzano sottintesi inglesi che non rendono, non possono essere imputati al testo originale.
Questo è il secondo romanzo in cui la critica alla traduzione la fa da padrona e se in Of Poseidon c'erano problemi numerosi, non raggiungevano comunque i livelli di questo. Mi dispiace davvero dirlo ma stare zitta non sarebbe giusto nei confronti dei lettori italiani ne dell'autrice che magari si ritrova giudizi negativi dati più da questo aspetto che dall'opinione sulla storia.
A concludere questo intervento apriamo la parentesi sul come è stato fatto (e non controllato) questo ebook. Che io sia fissata con questo lo sapete, ho anche aperto una pagina per aiutare i self a vedere un buon prodotto da questo punto di vista, ma di tanti ebook che ho comprato, ricevuto ecc, questo è stato il peggiore.
Partiamo con il dire che mancavano del tutto le intestazioni (ossia l'indice che si trova con capitolo uno, due, tre, ecc)… o meglio c'era, ma erano stati resi intestazioni i messaggi che Olivia che manda alla madre e a Logan.
Qui vi propongo le immagini di come è il file originale e come dovrebbe essere. Giusto per fare un inciso tra il "Grazie" e il "Prego" c'è giusto giusto una riga. E in altri casi non c'è neanche quello.


A questo si uniscono frasi con maiuscole a caso, punteggiatura questa sconosciuta e altre piccole chicche che sono troppo stanca per elencare.
Se dovessi dare una votazione in base a questo dare una stellina scarsa ma fortunatamente questo è uno di quei casi in cui la storia ha la meglio.

0 commenti :

Nuovo codice commenti

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri