The Vincent Boys di Abbi Glines

In questi giorni mi sto rifacendo di un sacco di libri che avevo lasciato li in attesa durante il periodo esami. Tra questi c'erano anche i due romanzi di Abbi Glines, e anche se oggi vi parlo solo del primo non dubitiate che prima o poi arrivi la recensione anche del secondo.


Ero stata incerta se leggere o meno questo libro, dopo le recensioni lette, non ero per niente convinta che mi sarebbe piaciuto. E se ora non posso dire che lo abbia amato alla follia, non posso neanche dire che mi sia dispiaciuto.
Malgrado tutto l'ho trovato un libro abbastanza dolce (soprattutto i primi capitoli) e se poi non brilla di certo per imprevedibilità - solo la notizia finale non mi sarei mai aspettata - o per uno stile aureo, l'ho letto volentieri.
Come sapete sono convinta che un libro per essere apprezzato, debba essere anche letto nel momento giusto, oltre ad avere tutte quelle qualità che per noi sono importanti... Quindi, a me è piaciuto anche per essere stata proprio una storia prevedibile, dolce e leggera. Perché era quello che cercavo.
Con questo non voglio dire che per metà delle pagine io non abbia sentito il viscerale istinto di dare una mazzata in testa a Beau (che razza di nome è poi?!?) e ad Ash... e perché no, anche a Sawyer.
O aver desiderato terribilmente una saponetta da cacciare in bocca a Beau nella speranza di dare una ripulita al suo vocabolario, se poi a Ash - non riesco neanche a dire il suo nome completo perché per me Ashton ha i capelli neri, gli occhi viola, è morto e soprattutto è un uomo - piace non ci posso far niente ma è terribile da leggere!
Non so se sia stata una scelta infelice di traduzione o se effettivamente è così ma, ripeto, è terribile.

Quindi non consiglio, ne sconsiglio questo libro. Ogni lettore sa cosa cerca... e solo su quello deve affidarsi per scegliere il prossimo libro da leggere. Se si sa che non piacerà è inutile farsi del male no?
Ci sono eccezioni ma per fare una cernita ci sono appunto le recensioni!

6 commenti :

Nuovo codice commenti
  1. Ahah, la saponetta!! Questa se la sono meritata!!
    Non ho letto The Vincent Boys quindi non posso dirti se sono d'accordo con quanto hai scritto però trovo che sia una buona recensione! :)
    Ma per curiosità... la grande sorpresa finale è che i due giovanotti sono più imparentati del previsto?

    RispondiElimina
  2. Esatto ^_^ in realtà era decisamente ovvio ma l'idea non mi aveva neanche sfiorato XD neanche lontanamente!
    Cmq avendo fatto le ore piccole per finire TVB2 devo dire che è più carino, anche un po' meno volgare... solo un po'.
    E se prima ero incerta questa volta le mazzate a Sawyer non le toglie nessuno!!!

    RispondiElimina
  3. Ahah, bernoccoli per tutti!! ;)

    RispondiElimina
  4. Leggerò questo libro per curiosità, ormai non so più che pensare!

    RispondiElimina
  5. mmm... ti posso dire con sicurezza che qui manca l'azione. è tutto un susseguirsi di fatti senza particolari colpi di scena

    RispondiElimina
  6. a me è piaciuto molto e sono in totale accordo a proposito dei nomi dei protagonisti! per me ash è un uomo e beau un nome antico come la quaresima, mentre sawyer mi fa venire in mente la capanna dello zio tom: un'eresia!

    RispondiElimina

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri