Recensione: Il trono delle ombre di Giovanni Pagogna

Serie: Le cronache della Corona Nera, n°1

Editore: Rizzoli
Data pubblicazione: 8 Febbraio 2012
N° pagine: 360
ISBN: 9788817052078
Trama: La guerra che infuria tra il popolo Eidr e l’Impero di Colvian, uno scontro di civiltà alimentato da uomini che l’odio ha reso belve assetate di sangue, sembra non avere fine. In un conflitto che non conosce regole né pietà, il legionario Yanvas conquista con coraggio e con la forza delle armi il rispetto e la gloria. Dopo vent’anni sui campi di battaglia, solo un’ultima missione lo separa dalla sua nuova vita, signore di una fortezza al fianco della splendida Sylia. Ma per chi trama all’ombra della Corona Nera, Yanvas, seppur valoroso, è una pedina sacrificabile. Ben presto vedrà il mondo come lo conosceva sgretolarsi sotto il peso di macchinazioni e tradimenti, terribili segreti e cupe verità che sembrano non risparmiare nessuno, nemmeno le persone a lui più care. E mentre il caos dilaga e l’Impero stesso minaccia di crollare, Yanvas dovrà decidere quale prezzo è disposto a pagare per salvare l’unica donna che abbia mai amato e ottenere vendetta. Rituali necromantici, spietati complotti, battaglie violente e sanguinarie, nel primo avvincente episodio di una nuova saga fantasy.
Voto:

Vi avevo parlato già di questo libro: l'avevo scovato tra i meandri di Anobii l'avevo messo nella lista dei desideri. Poi tra una cosa e l'altra (avevo chiesto se era prevista una edizione digitale e quindi ne avevo rimandato l'acquisto) finalmente l'ho avuto tra le mie mani. E l'ho letto tutto d'un fiato.

Partiamo con il dire che, sicuramente, questo libro non è adatto a tutti. Come mette ben in chiaro anche l'autore (persona super gentile e disponibilissimo che non mi ha ucciso malgrado i continui messaggi con cui l'ho tormento!) questo è un fantasy crudo, maturo, non adatto a chi cerca la storiella d'amore o chi cerca personaggi di grande spessore caratteriale, ma di questo aspetto vi dirò meglio dopo. È però il libro per chi ama le trame, gli intrighi, le descrizioni della società, della geografia e della politica. Di chi cerca battaglie ed eroi.
Solo per questo ho amato il libro: ho adorato le descrizioni dell'Impero Colviano, questa aria di Roma imperiale, i racconti dei personaggi e le loro storie. Basandomi solo su questo il voto sarebbe stato un 5+!
Tuttavia l'unica nota negativa, o comunque che non sapendolo, mi ha lasciato un po' così sono stati i personaggi.
Ora, grazie alle delucidazioni del gentil Giovanni la cosa ha acquistato un senso. Leggendo il libro si nota subito come le interazioni tra i vari personaggi sono ridotte all'osso. Lapidarie oserei direi. Questa, mi è stato spiegato, è stata una scelta voluta per evitare di cadere in un mero ricalco delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Con questa consapevolezza la cosa acquista un senso anche se ritengo che dilungarle un po' avrebbe giovato al libro.
Resto comunque dell'idea che il Trono delle ombre merita e lo consiglierò a chiunque! Leggetelo!

0 commenti :

Nuovo codice commenti

Se non volete lasciare un commento ma il post vi è stato utile… schiacciate G+ e condividete il post <3


Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri