Che lettore sei?


1. Quanti libri ci sono in casa tua?
Così, a occhio direi su cinque-seicento volumi tra i miei, quelli di mamma, papà, sorella, libri di cucina, di arte e di programmazione. Ma dovrei contarli per sapere se la mia stima è giusta (magari dopo lo faccio!)

2. Quanti letti?
Più di quelli che realmente possiedo! Quindi circa cinquecento

3. Quanti ancora da leggere?
Anobii dice 20... ma credo siano un po' meno. Ho molti libri doppi quindi magari ho letto un'edizione e non l'altra.

4. Quanti libri hai “mezzo letto”?
Saranno una decina, ma ora non saprei dirvi quali sono. Però posso dire che se considero le riletture ho molte più "mezze letture"!

5. Da quali libri non potresti mai separarti? E perché?
Questa è una domanda davvero difficile. Una volta avrei detto sicuramente il Signore degli Anelli perché è stato il mio primo amore, ma ora non sono sicura che sarebbe il primo libro che salverei, anche se sicuramente lo farei.
Quindi vediamo un po'. In questo momento non mi separerei da
Black Friars. L'Ordine della Spada di Virginia de Winter. Perché? Perché in questo momento quel libro mi fa vibrare l'anima e sognare ad occhi aperti.
Il mio amato Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey, in cui mi rifugio quando ho bisogno fantasy e realtà insieme.
L'angelo di Cassandra Clare che, pur essendo terribilmente sadica con noi poveri lettori, ha creato Will e con questo dico tutto. (Lo so lo so, da un anno a questa parte sono una cosa terribilmente romantica e stucchevole, perdonatemi)
Ma la lista potrebbe continuare con La straniera di Diana Gabaldon, Il gioco dei re di Dorothy Dunnett (che se non avete mai letto fatelo, è magnifico), come dicevo Il signore degli anelli, Harry Potter e qualche altro centinaio.
Ogni libro è importante a modo suo e decidere sarebbe un'impresa impossibile.

6. Cosa ne pensi degli appunti a margine? E delle dediche scritte a inizio libro da amici/parenti?
Se posso evito di scrivere/sottolineare/o fare qualsiasi altra cosa sui libri, compresi quelli su cui studio. Mentre non ho assolutamente problemi a farlo sul digitale, ovviamente!
Per le dediche invece non so esprimermi con decisione: mi piacciono ma l'idea di avere qualcosa scritta sulle pagine mi manda in paranoia... quindi la cosa migliore è o farmele a matita o su una pagina a parte da inserire!

7. Fai le orecchie ai libri?
O____O Eresia!!!

8. Compri libri usati?
Diciamo che in genere punto a comprare i libri nuovi perché mi piacciono tutti perfetti ma se un libro che ho già letto - in un altra edizione o in biblioteca - allora lo cerco usato. Idem se costa uno sproposito.

9. Secondo te c’è un numero limite di libri superato il quale ospitarli in casa diverrebbe insostenibile?
Assolutamente no! C'è sempre posto per un altro libro.

10. Hai delle abitudini nei confronti dei libri? (annusarli, sfogliarli spesso, mangiare durante la lettura…)
Lo ammetto... vado a leggere la fine. Sempre, non c'è cosa che riesca a trattenermi. Ho bisogno di sapere che un libro finirà bene per leggerlo in assoluta serenità. Sennò sono angosciata durante tutta la lettura. Mi direte voi, è li che sta il bello, ma io proprio non riesco a togliermi questa brutta abitudine.

11. Ci sono libri che ti sono piaciuti tanto ma di cui non ricordi più nulla o quasi della trama?
Sicuro! Sono che non ricordo neanche quali sono! Cioè, se li ho sotto mano sa dire se mi erano piaciuti pur non ricordando nulla della trama. Ma così... non ricordo neanche il titolo!

12. Quanti libri hai comprato con la speranza di leggerli, ma non li hai mai letti e forse non li leggerai? E di che genere sono?
Sono più o meno la ventina che Anobii mi fa notare che non ho letto. In genere sono storici (gli ultimi della Gabaldon, la serie di Niccolò della Dunnett) ma ci sono anche fantasy e narrativa normale.

13. Ci sono invece libri che hai comprato pur sapendo di non volerli leggere? E perché?
Eccettuato quelli per scuola/unveristà no. Ci sono talmente tanti libri che voglio che non vado a comprare quelli che non voglio!

14. Come disponi i libri nella tua libreria?
Mi piacerebbe tanto dite che c'è un ordine ragionato e profondo ma in realtà mi baso sull'altezza dei ripiani (perché da brava archittetto in erba ho hackerato le mie librerie billy per farci stare più libri). Ma cerco almeno di mantenere le serie vicine... quindi capite il mio diletta quando un libro della serie è più alto o basso degli altri.

15. Se avessi a disposizione molto spazio invece, come li riporresti sugli scaffali?
In quel caso mi impegnerei e cercherei di trovare l'ordine che più mi si confà al mio senso estetico e di ordine.

16. Quali generi prediligi nella lettura?
Fantasy, con tutti i suoi sottogeneri, e ora leggo anche molti libri New Adult o comunque del filone romantico.

17. C’è un motivo per cui tieni ai tuoi libri al punto tale da pensare che siano oggetti preziosi da cui non potresti separarti e che li citerai sicuramente nel tuo testamento?
Non so quando lo sono diventanti ma sono uno dei cardini della mia vita. Mi sono sempre accanto, non mi giudicano e mi regalano emozioni e storie che non avrei mai conosciuto. Mi fanno vivere mille vite diverse mentre mi acciambello sul divano e mi confortano quando ne ho bisogno.

***

Ho scovato questo bellissimo meme sul blog Pink Vanilla Life (la cui admin ringrazio per i commenti che lascia sempre qui si Liber!!!) e creato da Mirial del blog Sogni di una notte di luna piena, in seguito alla lettura di "Toccare i libri" di J. Marchamalo (vi ricordate, ve ne ho parlato qui!)

E voi che lettori siete?

Prossimamente in libreria! Maggio #4

Attendo questo giorno da... almeno otto anni, e a me è andata molto bene, perché c'è chi attende questo libro dal lontano novembre '92. Scommetto che avete indovinato di quale sto parlando!
Il 30 Maggio (sono tra cinque giorni!!!) la splendida serie della Ruota del Tempo scritta da Robert Jordan - e conclusa da Brandon Sanderson - arriverà alla sua fine con Memoria di Luce, ultimo volume dell'imponente saga!

Titolo originale: Memory of Light
Serie: La Ruota del Tempo, n°14

Editore: Fanucci
Data di pubblicazione: 30 Maggio 2013
N° pagine: 1168
Trama: L'ultima battaglia è arrivata. Gli eserciti del mondo si sono riuniti al Campo di Merrilor in attesa di sapere quello che il drago rinato chiederà loro. Ma l'ombra non è stata a guardare, e ha lanciato un'offensiva a sorpresa contro Caemlyn, capitale dell'Andor. Dopo essersi assicurato l'appoggio dei riottosi Seanchan, Rand è costretto a combattere su più fronti, e con l'aiuto di pochi altri sferra un attacco su Shayol Ghul per sfidare Moridin e occuparsi della prigione del tenebroso. Demandred svelerà finalmente il suo piano, portando in battaglia l'esercito del distante Shara. Moltissimi perderanno la vita con onore nel corso di quei sanguinosi combattimenti, ma Rand riuscirà nel suo intento, e l'umanità vedrà infine l'alba della Quarta Epoca.

Dire che sono elettrizzata, su di giri e incommensurabilmente felice non rende appieno il mio stato d'animo e non so come altro descriverlo. Anche se non potrò leggerlo subito sempre per causa degli esami non felicissima. Certo, ammetto di non aver resistito ed essere andata a spoilerarmi leggermente il finale e quindi sapere come finisce ma nulla mi impedirà di scoppiare dalla gioia quando terrò tra le mani la mia copia e in lacrime quando l'avrò finito.

Chi tra voi lettori legge e ama questi libri?
Se invece qualcuno deve ancora immergersi in questo mondo colga l'occasione con le nuove ristampe (e le nuove traduzioni), sono certo che non se ne pentirà!

Book Beginnings on Fridays #7


     Scendeva la sera mentre i Frati dell'Ordine della Spada si disponevano per la parata annuale della Vigilia di Ognissanti. I cavalli sbuffavano attendendo che i cavalieri li guidassero per le vie della città; i palafrenieri e i novizi avrebbero seguito il corteo a piedi.
     I Frati Neri, com'erano comunemente chiamati gli appartenenti all'Ordine della Spada, indossavano la tradizionale divisa da lutto: il mantello, nero come l'uniforme militare, la spada sul fianco e al collo la Fides Armata, la croce a forma di spada rovesciata.
     I novizi, che avevano la consegna del silenzio, si scambiavano gesti consultandosi sulla situazione del tempo senza emettere alcun suono: il pallido violetto che tingeva il cielo, ancora chiaro sulla linea dell'orizzonte, era solcato da nuvole che non sembravano promettere pioggia.
     L'oscurità calava sulle facciate dei palazzi, le luci si accendevano dietro le finestre, le torce e le luminarie intorno ai portali e sui davanzali tenevano a bada il buio.

***

La scorsa settimana tra una cosa e l'altra mi sono dimenticata di segnalare in nuovo incipit e svelare quello prima (era Chocolat di Joanne Harris) ma questo se non lo indivinate mi riterrò mortalmente offesa, quindi indovinate!

Prossimamente in libreria! Maggio #3

Per interrompere la monotonia delle rubriche prima che mi uccidiate ecco una segnalazione assolutamente magnifica!
Perché, ebbene si, tra una settimana a partire da oggi uscirà Shades Of Life di Glinda Izabel, la magnifica blogger di Atelier dei Libri!

Editore: Fazi
Collana: Lain
Data di pubblicazione: 31 Maggio 2013
Formato: ebook (per ora)
Pagine: 250 circa
Prezzo: 1,99 €
Isbn: 9788876252778 
Trama: Juniper Lee, diciottenne con una strana predilezione per i cimiteri, si aggira da sola tra le strade di Savannah, Georgia, assaporando gli ultimi bagliori di vita che pulsano in lei.
Quando un paio di occhi blu la strappano dalla polverosa libreria ormai diventata il suo rifugio, Juniper deve affrontare la verità sul proprio passato e tenere a bada il suo cuore che sembra non poter fare a meno di battere per quel misterioso ragazzo che è piombato sul suo cammino e non sembra volerla lasciare andare.
Pensava che la morte fosse la fine — poi l’amore la riportò alla vita.

Il racconto ha vinto lo scorso autunno il concorso i-fantasy indetto dalla casa editrice Fazi (motivo per cui un po' gelosa lo sono u.u anche se ovviamente felicissima per lei perché lo merita oltre ogni dire!) ed ora dopo un lungo lavoro vede la luce in ebook... e questo a noi non piace giusto? Vogliamo averlo tra le mani da sfogliare, stringerlo al petto mentre sognamo ad occhi aperti e vederlo che fa la sua bella figura tra gli altri libri della nostra libreria (che per l'occasione verrà riorganizzata ovviamente!)
Quindi se anche voi volete il cartaceo andate - anzi, correte - a firmare la petizione!


Glinda, ti avviso, se riusciamo ad avere SOL cartaceo ti cerco per un autografo u.u

Www... Wednesdays! #7

Nell'attesa di vedere che novità mi porterà la giornata vi lascio con la rubrica del mercoledì... nel giorno giusto della settimana!


What are you currently reading?
Come speravo sono riuscita a mettere le mani su Ogni giorno di David Levithan e devo dire che come romanzo mi sta proprio piacendo. Sicuramente è anomalo, ma molto bello. Quindi ve lo consiglio!
E come la scorsa settimana procedo un po' alla volta con Angels di Serena Vesari! Vorrei aver il tempo per finirlo ma sono talmente piena di cose che è un miracolo trovare un momento libero!

What did you recently finish reading?
Non ho propriamente finito, anzi direi decisamente abbandonato, Inferno di Dan Brown. Dire che sono rimasta delusa è poco: non che fosse scritto male o altro ma per qualche motivo proprio non mi è andato giù. Sicuramente gli darò una seconda possibilità questa estate quando mi sarò liberata dell'università e speriamo che vada meglio.

What do you think you’ll read next?
Sicuramente qualcosa di poco impegnativo e romantico anche se non so ancora cosa con certezza. Molto probabilmente sarà una rilettura per permettermi di leggere più tranquillamente. Se avete consigli non aspetto altro!

***

E quali sono le vostre tre www della settimana?

P.s. A nessuno potrebbe interessare il givawey? *sigh sigh* Parlando per ipotesi potrebbe trattarsi dell'ultimo di una serie, che io amo molto, che uscirà questa estate... ma solo parlando per ipotesi ovviamente!

Teaser Tuesday #7


Il resto della giornata è insignificante, e così rieccomi alla domanda: quand'è che ho cominciato a credere che le mie giornate sarebbero state scandite da eventi degni di nota? Finora mi ero votato a un'esistenza insulsa, e avevo scoperto una certa soddisfazione nell'affinare l'arte di preservarla. Ripetere meccanicamente gli stessi gesti permette di avere parecchio tempo a disposizione per esaminare gli automatismi. Una volta trovavo tutto ciò interessante. Adesso questa vita mi sembra priva di senso.
Partecipo agli allenamenti di football. Trovo un passaggio per tornare a casa. Faccio un po' di compiti. Ceno. Guardo la tivù con la famiglia.
Avere qualcosa per cui vivere è una trappola: tutto il resto sembra senz'anima.

David Levithan,
Ogni giorno

***

Mi dispiace propinarvi solo rubriche in questo periodo (diciamoci la verità è l'unica cosa che posto) ma sono davvero piena di cose che non mi lasciano neanche il tempo di prendere fiato a momenti.
Ma saprò farmi perdonare, perché forse, e dico forse, riuscirò ad organizzare il primo giveaway di Liber Arcanus e se le cose filano lisce sarà pure fatto in grande!
Nulla è ancora deciso, anzi, sono le prime idee ma ci proverò con tutte le mie forze a portare a termine questa cosa!

Se l'idea vi attira lasciatemi un commenti se vi va... oltre al vostro teaser ovviamente!

Memorable Monday #7


Se la vita mi ha insegnato qualcosa, è che il nostro unico desiderio è che tutto vada bene. Non ci spingiamo a immaginare qualcosa di fantastico, meraviglioso o strabiliante; ci accontentiamo di sperare che tutto vada bene perché, il più delle volte, quel bene è abbastanza.

David Levithan,
Ogni giorno

***

Questo libro mi sta proprio piacendo e spero di riuscire a scriverne la recensione anche se per un mese da oggi la via vita sarà solo per l'università (quindi potrei essere poco presente sul blog e fb e tutti i post o in ritardo o proprio non pubblicati, sigh).

Chi lo ha letto o lo sta leggendo cosa ne pensa?
E qual è il vostro Memorable Monday? Sono curiosa!

Www... Wednesdays! #6


What are you currently reading?
Ho iniziato a leggere l'ultimo romanzo di Dan Brown, Inferno, ma devo dire che questa volta non sono particolarmente entusiasta e presa da questo libro. Non so perché ma non mi convince per niente.
E intanto leggo anche Angels di Serena Versari... decisamente più coinvolgente dell'altro!

What did you recently finish reading?
Dopo aver archiaviato la settimana Black Friars (che potrei tranquillamente riproporre anche la prossima settimana se dipendesse da me) mi sono dedicata al libretto Amici di Letto di Gina L. Maxwell, davvero leggero e piacevole che mi ha tenuto compagnia per un pomeriggio.

What do you think you’ll read next?
Penso mi dedicherò a Scarlet di Marissa Meyer o, se riesco a metterci le mani sopra, Ogni giorno di David Levithan!
Voi quale consigliate?

***

E quali sono le vostre tre www della settimana?

Teaser Tuesday #6

Recuperiamo un po' le rubriche che questa settimana non sono riuscita a seguire!


     In lontananza, il sole della Toscana stava cominciando a baciare gli edifici più alti della città che si svegliava: il campanile di Giotto, la Badia, il Bargello. Langdon premette la fronte contro il vetro della finestra. Fredda e frizzante, l’aria di marzo amplificava l’intero spettro della luce del sole, che ora faceva capolino da dietro le colline.
     “Luce da pittori” la chiamavano.
Al centro dello skyline si innalzava un’imponente cupola di mattoni rossi, la cui sommità era decorata con una palla di rame dorata che scintillava come un faro. Il Duomo. Brunelleschi aveva fatto la storia dell’architettura progettandone la massiccia cupola e ora, più di cinquecento anni dopo, la struttura alta centoquindici metri manteneva ancora salda la sua posizione, un gigante inamovibile in piazza del Duomo.
     “Perché mai sono a Firenze?”
Dan Brown,
Inferno
***

Qual era il vostro teaser questa settimana?

What Women (don’t) Want


124 donne uccise nel 2012 a causa delle violenza di genere, di cui l’85% dal compagno o ex-compagno; più di 30 donne uccise dall’inizio di quest’anno. Questi i dati allarmanti di un fenomeno che si sta pericolosamente espandendo: quello della violenza sulle donne. Un orrore che sembra non aver mai fine. Un rumore di fondo che ha ormai superato i confini tra lecito e illecito, in un Paese in cui le donne non vengono tutelate dallo stesso Stato.

Dopo il successo della preview, che ha raggiunto i 3 milioni di contatti su Issuu, indice di quanto la tematica abbia suscitato interesse e colpito l'attenzione del pubblico, esce il 13 maggio l’ebook completo di “What Women (don’t) Want”, il progetto del blog letterario Diario di Pensieri Persi contro la violenza sulle donne (www.diariodipensieripersi.com). Scrittori, giornalisti e sociologi si confrontano e approfondiscono, con il loro contributo e attraverso il loro punto di vista, quella che è certamente una piaga sociale che non può più essere relegata nei titoli di coda, affinché se ne possa continuare a parlare anche via web. Si deve continuare a parlarne, perché così la nostra coscienza di liberi cittadini impone.

Un ebook, quindi, per riflettere e smuovere le coscienze, oltre ogni stereotipo femminile, che sostiene zeroviolenza.it e La casa delle donne di Bologna. E' possibile effettuare una donazione con paypal direttamente sul sito La casa delle donne (www.casadonne.it) oppure donare il cinque per mille all'associazione.

***

E' possibile scaricare gratuitamente l'ebook, corredato dalle fotografie della giovane e talentuosa Giorgia Pallaro (portfolio: http://giorgiapallaro.4ormat.com/) su Issuu.com al seguente link:

E su Speechless Magazine (www.speechlessmagazine.com) al seguente link:

***

Prefazione
Sol y Ombra di Ornella Albanese
Notte nella savana di Francesca Battistella
La bambina di Francesca Bertuzzi
Nessun amore più grande di Elisabetta Bricca
Lui, lei di Catherine Cipolat
Tenetemi stretta di Sabina Colloredo
Tagli, tinta e messa in piega di Laura Costantini e Loredana Falcone
La storia di Fulvia di Daniela Danna
Giorno segreto di Alan D. Altieri
Chi difende Margherita di Maurizio De Giovanni
Segni di Barbara Fiorio
La colpa di Gabriella Genisi
Bye bye baby di Amabile Giusti
Un biglietto sul marciapiedi di Mauro Marcialis
Tutti i particolari in cronaca di Selene Pascarella
Regola 23 di Francesca Petrizzo
Le donne nelle serie tv: eroine, vittime, ribelli di Chiara Poli
Solidarietà femminile di Susanna Raule
Se questa è l'umanità di Leni Remedios
Persecuzione di Davide Roma
Il bicchiere mezzo pieno di Anna Talò
Le fate di Norham Manor di Emanuela Valentini
Il dio aquila di Simona Vinci
Appendice: Per una relazione possibile tra uomini e donne di Monica Pepe

Memorable Monday #6


    «Adesso parliamo di Justin Sinclair», continuò Bryce. «Abbiamo valutato alcune possibilità perché, prima o poi, un matrimonio per ragion di Stato è ciò che ti verrà in sorte. Il minimo che io possa fare è limitare i danni, anche in quanto fermo oppositore dell’istituzione».
    «Della ragion di Stato?».
    «No, del matrimonio».
Virginia de Winter,
Black Friars. L'ordine della Penna

***

In realtà ci sarebbero state così tante frasi e paragrafi da riportavi che tra una cosa e l'altra avrei copiato l'intero libro... così ne ho scelta una delle tante e se voi ne avete delle altre sono tutta orecchie! Anzi, siete obbligati a dirmele!

Book Beginnings on Fridays #5

È lunedì lo so... ma voi indovinerete lo stesso l'incipit non è vero?


     Siamo arrivate con il vento del carnevale. Un vento tiepido per febbraio, carico degli odori caldi delle frittelle sfrigolanti, delle salsicce e delle cialde friabili e dolci cotte alla piastra proprio sul bordo della strada, con i coriandoli che scivolano simili a nevischio da colletti e polsini e finiscono sul marciapiedi come inutile antidoto contro l'inverno. C'è un'eccitazione febbrile nella folla disposta lungo la stretta via principale, i colli che si allungano per vedere il carro fasciato di carta crespata, con i suoi nastri svolazzanti e le coccarde di cartoncino.
     Anouk guarda, gli occhi spalancati, un palloncino giallo in una mano e una trombetta nell'altra, tra un cesto per la spesa e un triste cane marrone. Abbiamo visto altri carnevali, io e lei: una processione di duecentocinquanta carri decorati a Parigi, il martedì grasso dell'anno scorso, centottanta carri a New York, due dozzine di bande che marciavano a Vienna, clown sui trampoli, le Grosses Têtes con le loro teste ciondolanti di cartapesta, le majorettes con i bastoni che roteano e sfavillano. Ma a sei anni il mondo ha ancora una luce speciale. Un carro di legno, decorato alla buona con oro, crespo e scene dalle favole. Una testa di drago su uno scudo, Raperonzolo con una parrucca di lana, una sirenetta con la coda di cellophane, una casetta di pan di zenzero, tutta glassa e cartone dorato, una strega sulla porta che sventola le stravaganti unghie verdi di fronte a un gruppo di bambini silenziosi... A sei anni si possono scorgere dei particolari che già un anno dopo vanno al di là delle nostre capacità. Dietro la cartapesta, la glassa, la plastica, lei riesce ancora a vedere la vera strega, la vera magia. Alza lo sguardo verso di me, gli occhi sono brillanti, dello stesso azzurro-verde della Terra vista dallo spazio.

***

L'inizio della scorsa settimana apparteneva alla Redenzione di Althalus di David Eddings. Qualcuno aveva indovinato?

Prossimamente in libreria! Maggio #2

Come sempre sono in atroce ritardo in tutti i miei post (questo doveva vedere la luce giovedì). Speriamo che tra qualche settimana le cose si tranquillizzino per riuscire a seguire il blog!
Quindi ora non vi segnalerà una sola uscita ma ben due! Ovviamente vorrò sapere se ne comprerete uno dei due!

Serie: Muses, n°2

Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
N°pagine: 444
Data di pubblicazione: 14 Maggio 2013
Trama: La vita di Alice De Angelis è appesa a un filo. Finita in coma dopo il tentato omicidio al concerto dell’Hyde Park, la Musa della Musica scopre di avere un nuovo, terrificante potere: la capacità di vedere il presente attraverso gli occhi delle altre Muse.
Immobilizzata in un letto, Alice osserva così l’intricata rete di amori, segreti e intrighi: lo scontro finale è alle porte. E Alice dovrà farsi forza, combattere contro se stessa, lottare per chi ama, sfidare i misteri del passato, e scoprire gli straordinari poteri della misteriosa Decima Musa.

Devo dire che non ho ancora avuto l'occasione di leggere il primo libro di questa serie e non perché la trama non mi attirasse ma perché, mi sono resa conto, leggo molto meno volentieri gli Young Adult... non mancano le eccezioni, certo, ma li leggo comunque molto meno.
Non chiedetemi qual è il motivo perché proprio non lo so.
Stessa ragione presumo sia alla base del perché (quattro righe e ho usato quattro volte quella parola che finisce con la é... ho bisogno di vacanza non so più scrivere decentemente!) non abbia amato il libro precedente a quello che sto per proporvi. L'ho letto, e non mi ha lasciato nulla, neanche i nomi del personaggi.
Ma so che a molti piace quindi saranno felici di sapere che il 30 maggio esce Insurgent!


Titolo originale: Insurgent
Serie: Divergent, n°2

Editore: DeAgostini
N°pagine: 512
Data di pubblicazione: 30 Maggio 2013
Trama: Una scelta può cambiare il destino di una persona... o distruggerlo. Ma qualsiasi sia la scelta, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare le persone che ama e se stessa. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il suo ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, che si fa ogni giorno sempre più potente.
Ho un appunto da fare anche sulle copertine. La prima è... sgraziata e rigida secondo me: posso immaginare quanto ci è voluto per farla e quanta difficoltà ma non mi convince.
Per la seconda semplicemente mi dispiace abbiano modificato quella originale pur tenendone gli elementi principali.
Voi cosa ne dite?

Www... Wednesdays! #5

Non ci crederete ma c'è l'ho fatta! La rubrica del mercoledì il mercoledì!


What are you currently reading?
Come potete ben inturire dai recenti post ho in ri-lettura Black Friars. L'Ordine della Spada di Virginia de Winter. Anche se è per la quarta volta che lo leggo, questo libro non mi basta basta mai è vorrei fosse sempre la prima volta.

What did you recently finish reading?
L'ultimo libro letto continua a essere L'uragano in un batter d'ali di Sara Tessa. La scorsa settimana non era proprio settimana da lettura!

What do you think you’ll read next?
Sicuramente L'ordine della Penna! Non sono pronta a privarmi Axel ed Elosie!

Teaser Tuesday #5


Frammenti d'oro gli scivolavano dalle spalle accendendo l'aria intorno a lui. Il nitore quasi doloroso della sua presenza la immobilizzò lasciandola annegare nel proprio respiro, senza speranza.
Il sole di mezzogiorno aveva scelto proprio quel momento per alzarsi dal suo letto di nuvole e, scrollandosi di dosso stracci bianchi che avviluppavano larghe porzioni di cielo, aveva disteso i suoi raggi pigri e tiepidi per accendere la superficie delle finestre. Sul vetro lucido galleggiavano immagini appena tratteggiate, un sorriso assorto e uccellini che cinguettavano dolcemente tra le linee dorate della gabbia incendiata dal sole.
Lui aveva i capelli ancora bagnati ed era scalzo, indossava soltanto un paio di pantaloni da casa in morbido tessuto grigio e l'acqua del bagno gli aveva lasciato tracce umide sulle spalle dove il pallore della sua carnagione diventava dorato. Sulle costole c'erano dei segni più scuri simili a tracce lasciate da una sferza, appena un'ombra sulla pelle, ma lei avvertì le lacrime, così improvvise che le traboccarono sulle guance prima di riuscire a fermarle.
Altri segni che lei non conosceva, su un corpo più maturo di quello che ricordava. C'erano sogni in cui la luce perlacea della luna si rifletteva ancora su un corpo snello e pallido da adolescente e lei sentiva tremare le mani prima di svegliarsi, di notte mentre dormiva, di giorno mentre lavorava. Il tempo da cui queste memorie avevano smesso di ferirla si poteva contare in ore, e non sapeva bene nemmeno che cosa provare e come farlo.

Virginia de Winter,
Black Friars. L'Ordine della Spada

***

Giuro che la pagina l'ho scelta a caso! Ma ora sono curiosa di sapere cosa ne pensate e quali sono i vostri teaser!
Su, fatemi felice!

Memorable Monday #5


A metà di una strada lo vide, la camicia candida e il mantello gettato sulle spalle; aveva perso la feluca e i capelli erano scompigliati. Senza staccare gli occhi da lei guardava la folla di braccia e mani tese per abbracciarlo o semplicemente toccarlo.
L'istante successivo non esisteva più alcuna strada o persona, non esisteva distanza, soltanto l'affondare il viso nei pizzi morbidi sul suo petto e le dita di una mano sul suo braccio, mentre quelle dell'altra sfioravano, incredule, la chiave d'oro appesa al suo collo. Poi la mano di Axel fu sulla sua schiena e l'altra si posò al lato del viso per costringerla con gentile fermezza a sollevarlo verso il suo.
«I miei privilegi, signora, non avete possibilità di negarmeli oggi.»
Il suo respirò la baciò ancora prima delle sue labbra.
Virginia de Winter,
Black Friars. L'Ordine della Spada

***

In realtà con la rilettura non sono ancora arrivata a questo punto ma lo amo troppo per non segnalarverlo!

E intanto vi ricordo che a luglio uscirà l'ultimo capitolo di questa fantastica serie!
A seguito la trama!

Black Friars. L'Ordine della Croce
Eloise Wess è alle prese con il misterioso ritrovamento di uno scheletro di un giovane ragazzo, la cui identità è ignota, e questa volta non potrà ricorrere ai suoi poteri di evocatrice ma solo alle sue conoscenze mediche. Dalle indagini emerge a poco a poco un'oscura e inquietante verità: le ossa rinvenute sono solo il coperchio di un vaso di Pandora che sigilla i segreti più oscuri della Vecchia Capitale; segreti di personaggi potenti disposti a tutto pur di mantenerli tali. In Aldenor intanto il re Fabian Vambenberg è gravemente ferito, e il suo erede Axel, fidanzato di Eloise, è costretto a tornare lasciando sola Eloise in questa che si preannuncia come la missione più rischiosa della sua vita. Un mistero irrisolto, una città dai mille segreti, l'ultimo viaggio nel mondo di Black Friars.

Come vi sembra?

La maledizione di Ondine di Valentina Barbieri

Con estromo ritardo dovuto tanto per cambiare all'università ecco qui la preannunciata recensione del primo libro di Valentina Barbieri che mi ha irrimediabilmente conquistata e di cui attendo impaziente il seguito!

Genere: Urban Fantasy
N° pagine: 280 
Trama: Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi.
Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all’amico Francesco, indaga su eventi paranormali.
La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dall’Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo.
Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l’ultima discendente della famiglia a capo dell’Ordine.
Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l’Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile. Chi sono i Guardiani dei Portali e perché l’Ordine si è sciolto dopo la seconda guerra mondiale? Cosa si nasconde dentro la dimora di Hasdeu, filosofo e politico romeno della fine dell’800?
Come si sconfigge chi è già morto?


Attenzione!
Possibili spoiler!

Come dicevo poco più su questo libro mi ha conquistato già dopo poche pagine dimostrandomi ancora una volte come gli autori italiani che scrivono di fantasy (e tutti i suoi genere e sottogeneri) non sono assoultamente di serie B come può sembrare quando guardiamo il catalogo di qualche casa editrice.
La maledizione di Ondine è un libro segnato da uno stile curato, scorrevole e a tratti ironico che insieme alla ricerca sui fenomeni paranormali e alla trama diversa dai soliti vampiri o simili, crea un mix da cui difficilmente ci si allontana prima che sia finito.
Ma vediamo alla storia.
Ondine è una studentessa di medicina ma la sua vera capacità è quella di raggiungere gli Inconsci, spiriti o anime bloccati in un limbo chiamato dall'Altra parte, dove la volontà più forte che la abita può modellarne la realtà.
Solo quando il suo respiro rallenta fin quasi a svanire, Ondine riesce a viaggiare attraverso i portali che separano le due dimensione.
Ma non tutti questi Inconsci sono tranquilli, vi solo tra loro anche dei "Penetranti", anime decise a tutti i costi di tornare sulla terra impossessandosi di un corpo e uno scontro con loro dall'Altra Parte può separare l'anima dal corpo.
Per fortuna Ondine non affronta tutto questo da sola, al suo fianco c'è il fedele amico Francesco pronto ad aiutarla e crederle. E dopo essere stata contattata da una ragazza americana scoprirà di non essere l'unica persona con le sue capacità e di appartenere ad un antico ordine di Guardiani.
Tutti i personaggi che incontriamo diventeranno man mano che si procede nella lettura più importanti e caratterizzati, e riusciamo a cogliere la loro forze e i loro dubbi come se fossero nostri grazie allo stile fresco e "conquistante".
Una cosa che mi è davvero piaciuta è come l'autrice sia riuscita a presentarci questo mondo, queste possibilità, sia attraverso uno punto puramente scientifico, sia altri punti, tutti ugualmente approfonditi e che rispecchiano chi li sostiene.
Mi sento quindi mi sento di consigliare vivamente questo romanzo, mai noioso e splendidamente costruito e che alla fine ti lascia con la voglia di mettere le mani sul seguito previsto per questo autunno... e che io non mi farò mancare per nulla al mondo!

Vi ricordo che oltre all'ebook disponibile a meno di un euro da poco è disponibile anche il libro brossurato e se volete qui trovate il segnalibro!

Se lo leggete, tornate a dirmi cosa vi è sembrato!

Book Beginnings on Fridays #4

Buon venerdì a chiunque legga questo post! Qui il sole se ne appena ito e io ho spulciato la mia libreria in cerca di un incipit da proporvi dopo Il codice Da Vinci... e complimenti a chi ha indovinato!


     In difesa di Althalus è doveroso ricordare che si trovava in una situazione economica molto stentata e ben più che alticcio, quando accettò di intraprendere il furto del Libro. Se fosse stato completamente sobrio e non avesse toccato il fondo del borsellino, magari avrebbe fatto qualche domanda in più sulla Casa alla Fine del Mondo e sicuramente ancora molte di più sul proprietario del Libro.
     Sarebbe pura follia tentare di celare la vera natura di Althalus, tanto i suoi difetti sono leggendari. Come tutti sanno è un ladro, un bugiardo, all'occasione un assassino, un impudente spaccone e un uomo privo del minimo barlume di onore. Per di più è ingordo e fa il protettore di signore che non sono tanto per la quale.
     È un furfante simpatico però, sveglio e divertente. In certi ambienti si dice che, se lui volesse, riuscirebbe a far venire la ridarella agli alberi e a far sganasciare dalle risate le montagne.

***

Allora, che libro è? Attendo risposte, su!

Www... Wednesdays! #4

Come promesso ecco la rubrica del mercoledì... il giovedì come da tre settimane a questa parte. Se mai riuscirò a pubblicarla giusta mi meriterò una fetta di torta?


What are you currently reading?
Il nulla cosmico in realtà. Ho passato talmente tanti giorni a disegnare fino tardi che al momento di andare a letto non avevo voglia di nulla. Motivo per cui anche martedì è saltata la rubrica dei teaser.

What did you recently finish reading?
L'uragano in un batter d'ali di Sara Tessa. Dopo un paio di giorni non sono riuscita ancora a farmi un'idea chiara di cosa penso se non che non era scritto bene a mio parere. Provo ammirazione per chiunque si metta in gioco pubblicando qualcosa ma davvero si sente quando non c'è stato il passaggio di un editor (non che nei libri pubblicato le cose siano sempre perfette per questo).

What do you think you’ll read next?
Devo ancora finire la trilogia della Pietra d'Oro per cui, appena mi riprendo leggerò La rosa del mondo. So di averlo detto la scorsa settimana ma prima o poi ce la farò!
Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri