Red & Blue di Kerstin Gier

Il mese di settembre è stato ricco di novità come ben sapete: una marea di titoli attesi si trova già tra gli scaffali e altri arriveranno a breve. Tra già usciti troviamo Blue, l'atteso seguito di Red di Kerstin Gier.
Vista la grande quantità di recensioni, giveaway e richieste per questo libro mi sono decisa a leggere Red... e mai scelta fu migliore!
Primi libri di una trilogia young adult, che sta spopolando in Europa dopo il successo avuto in Germania, Red e Blue, seguono le vicende della giovane Gwendolyn Sheperd viaggiatrice del tempo suo malgrado.

Titolo originale: Rubinrot

Editore: Corbaccio
Data pubblicazione: 17 Febbraio 2011
N° pagine: 340
ISBN: 9788863801927
Trama: Gwendolyn Sheperd è un’adolescente dei nostri giorni. Ha sedici anni e abita in una grande casa nel cuore di Londra con madre, zia, prozia, nonna, sorella, fratello e cugina. La sua è una famiglia un po’ speciale, perché si tramanda un gene che permette di viaggiare nel tempo. Come se non bastasse, Gwendolyn ha pure la dote personalissima di vedere – e parlare – con gli spiriti dei morti. Il primo a rendersi conto della straordinaria caratteristica ereditaria della famiglia era stato il conte di Saint Germain, un antenato vissuto nel XVIII secolo che, dopo approfonditi studi sull’argomento, aveva creato la società dei “Guardiani” votati alla custodia del segreto e del “cronografo”, strumento fondamentale che permette ai viaggiatori di muoversi senza troppi rischi in altre epoche. Dodici sono i viaggiatori nel tempo, aveva scoperto il conte, nati in diversi periodi storici e legati ciascuno a una pietra preziosa e a una nota musicale. L’obiettivo era di raccogliere una goccia di sangue di ciascuno di essi nel cronografo, per chiudere il cerchio e svelare così il segreto dei segreti, un mistero di cui solo lui è a conoscenza. Forse la pietra filosofale? Forse l’immortalità? Ma in chemodo Gwendolyn è coinvolta, qual è il suo ruolo all’interno dei guardiani? E che cosa ha a che farecon lei l’affascinante ma freddo Gideon? E la cugina Charlotte sembra improvvisamente avercelacon lei? In un susseguirsi di colpi di scena e di sorprese, di avventure e di smarrimenti, la nostraeroina scoprirà molte cose di sé, della sua famiglia e del mistero che avvolge i guardiani del tempo. Ma molte cose restano ancora da scoprire…
Il mio voto:

Primo libro della Trilogia delle Gemme (Edelstein Trilogie) è stato per la sua autrice, Kerstin Gier, il trampolino di lancio per essere conosciuta fuori dalla Germania.
Ambientato nella Londra dei nostri giorni vede protagonista Gwendolyn Sheperd, sedicenne spensierata, la cui vita cambia improvvisamente quando scopre di possedere il gene dei viaggiatori del tempo. Esistono infatti due famiglie, una per la linea maschile e una per quella femminile, che possiedono la capacità di saltare nel tempo. Prima di lei erano stati scoperti undici viaggiatori, appartenenti a epoche differenti e collegati ad una pietra preziosa.
Copertina originale
La famiglia di Gwen apparteneva al ramo femminile e si stava preparando con grande trepidazione per il salto di Charlotte. Ritenevano infatti che la cugina di Gwen avesse ereditato la capacità di viaggiare nel tempo e come tale era stata addestrata.
Quando improvvisamente Gwen salta indietro nel tempo ritrovandosi per pochi minuti in una Londra di inizio secolo, tutto cambia. 
All'incredulità e all'ostilità della sua famiglia (o meglio della nonna, Lady Arisa, la zia e ovviamente Charlotte) Gwen dovrà affiancare l'improvviso scoperta del mondo dei viaggiatori e dei Guardiani, la setta custode del cronografo, una macchina che permette di decidere la destinazione del viaggiatore.
Gwen, quindi, è l'ultimo dei dodici viaggiatori, il Rubino, colei che, secondo la profezia, possiede la misteriosa profezia del corvo.
Costretta a imparare tutto quello che Charlotte ha imparato in anni di duro lavoro, verrà subito spedita i missione in compagnia di Gideon de Villiers, ultimo viaggiatore della linea maschile, per rintracciare Lucy Montrose e Paul de Villiers, i precedenti viaggiatori, che senza ragione apparente erano scappati nel passato con un cronografo...

Lo stile dell'autrice è capace di trascinarti in questo mondo alternativo, accompagnandoti con personaggi ben caratterizzati e capaci di conquistarti. La trama è ben delineata e scorre senza sforzo, con momenti ironici e misteri tutti da scoprire.

Possibili spoiler! Non leggete se non sapete come finisce Red.

Titolo originale: Saphirblau

Editore: Corbaccio
Data pubblicazione: 1 Settembre 2011
N° pagine: 355
ISBN: 9788863802771
Trama: «Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere...» Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani – una setta segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church – invia nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il Cronografo, una missione da cui dipendono i destini dell’umanità. Peccato che la sua famiglia non l’avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l’odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l’aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo doccione fantasma Xemerius, che solo lei, Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire, anche se è talmente imprevedibile con lei da farla impazzire dal desiderio e dalla rabbia insieme. Invece, senza alcun dubbio, Gwen sa di cosa avere paura: del conte di Saint Germain, il grande burattinaio che tiene le fila di tutto e che vuole completare al più presto il Cronografo, prima che i nemici glielo impediscano. Ma chi sono veramente i nemici? Perché Gwen non riesce a fidarsi di lui?

Il mio voto:

Nel precedente libro avevamo lasciato Gwen, la dodicesima viaggiatrice del tempo, e Gideon, l'undicesimo, durante una missione nel passato per recuperare il sangue dei precedenti viaggiatori al fine di inserirlo nel nuovo cronografo, dopo che il precedente (quasi completo) era stato rubato anni prima da Lucy e Paul, che, veniamo a scoprire sono i veri genitori di Gwen.
Copertina originale
Nella fattispecie la scena si interrompeva nel momento in cui il bel Gideon baciava in un confessionale Gwen, che viene però ripresa all'inizio di questo nuovo libro.
Felice come non mai, ed innamorata, la ragazza verrà istruita dalla cugina Charlotte (e Giordano) in tema di minuetti e ventagli per prepararsi al vero incontro con il Conte Saint Germain. Intanto però il comportamento del giovane de Villiers alterna momenti di dolcezza a totale indifferenza che scombussolano Gwen, incapace di capire il suo comportamento.
La ragazza continuerà le sue ricerche per scoprire i veri intenti del conte - in Red, durante il primo incontro il Conte aveva cercato di strangolarla utilizzando i poteri della mente - e troverà Xemerius, un demone doccione dalle battute ironiche, e un giovane Lucas Montrose, suo nonno, fondamentale per la riuscita dell'impresa.
Tra viaggi, ricerche, duelli e balli Gwen finalmente incontrerà faccia a faccia il Conte che le svelerà i "veri" sentimenti di Gideon per lei. E con questo e la scoperta da parte di Leslie di un tesoro nascosto in casa Montrose si chiude questo secondo capitolo della trilogia delle gemme.

Anche in questo romanzo lo stile è ironico e accattivane, e mescola romanticismo, ironia, avventura e un pizzico di storia in modo unico, capace di far innamorare ogni lettore.

Ho letto entrambi  i libri in paio di giorni, saziandomi della storia e sperando che ogni pagina non fosse l'ultima. Sono davvero dei bellissimi libri, qualcosa di un po' diverso in questo periodo in cui i vampiri la fanno da padrona, che permettono di trascorrere alcune ore tra risate e intrighi.
L'unica nota negativa, ma ovviamente non è così negativa, è la brevità della storia: 300 o poche più pagine per me sono davvero poche. Questo conduce anche ad un eccessivo affrettarsi delle cose perché, tutta la storia dei due libri si svolge in una settimana.

Come gia detto Red e Blue sono i primi due capitoli di una trilogia che si concluderà con Green, qui in Italia, nei primi mesi del 2012 (si sussurra marzo ma nulla è certo). Siccome dopo aver letto due romanzi di fila ero troppo curiosa di sapere come finiva la storia, ho raccimolato le mie conoscenze di tedesco e ho letto Smaragdgrün.

Spoiler!!! Leggete a vostro rischio e pericolo!
Riassunto di Green

Nel prologo troviamo Paul de Villiers che viene curato dopo l'aggressione subita nell'ultimo capitolo di Blue da cui ne è uscito vivo solo grazie all'aiuto di Gideon, a cui aveva affidato delle carte preziose per fermare il Conte Saint Germain.
Nel presente troviamo invece Gwen completamente distrutta dallo scoprire, dopo la dichiarazione d'amore di Gideon, che quest'ultimo, almeno inizialmente, l'aveva fatta innamorare si se solo per renderla più malleabile. Quando cercherà di trovare una scusante a ciò che a fatto Gideon e dargli una seconda possibilità lui le chiederà di restare solamente amici, perdendo così ogni chance.
Copertina originale
A casa, con l'aiuto dell'onnipresente domestico e di Xemerius, continuerà la ricerca di ciò che nonno Lucas aveva nascosto per aiutare Gwen a scoprire le motivazioni di Paul e Lucy. Grazie all'enigma lasciatoci alla fine di Blue sappiamo che si tratta di un cronografo, quindi assistiamo i nostri eroi che lo trovano. Sfortunatamente Charlotte li intercetta e cerca di smascherare Gwen, fortunatamente senza successo.
Utilizzando il cronografo trovato, Gwen raggiungerà il nonno in un passato più recente che le rivelerà di aver nascosto ogni informazione necessaria dentro un libro: annali dei Guardini e documenti che il Conte aveva nascosto a tutti.
Finalmente si scopre cosa sperava di ottenere Saint Germain con il sangue dei dodici viaggaitori: una pietra filosofale certo, ma non quella che tutti credevano.
Intanto è giunto il momento per i due viaggiatori di partecipare al ballo per cui Gwen si era tanto esercitata. Intanto i rapporti tra i due ragazzi alterano momenti di tensioni a altri in cui cercano si spiegarsi (senza successo peraltro) mentre intorno a loro i fili della trama iniziano a tirarsi.
Giunti al ballo, Gwen gelosa di Lady Lavinia che balla con Gideon, si rifugia in una stanza dove trova un servitore del conte che cerca di aggredirla. Salvata del giovane de Villiers che interviene in tempo, vengono entrambi intrappolati da un nemico del conte che vuole ucciderli in quanto "demoni".
Durante il duello che segue Gwen viene trapassata da una spada. Mentre sente la vita scivolarle via sente Gideon implorarla di non morire mentre le dice che la ama.
Gwen rinviene accanto al cronografo mentre il medico le cura il piccolo taglio che aveva. Ma sia Gideon che Gwen sanno che non era una ferita superficiale quella che aveva.
Dopo l'incidente, Gideon va a trovare la ragazza a casa e finalmente le rivela di aver ricevuto delle carte da Paul. Tratte dalla biblioteca privata del Conte spiegano che il rubino, per permettere alla pietra filosofale di avere pieno potere deve morire. Gwen, devo dire, non la prende terribilmente la notizia e coglie l'occasione di chiarire le cose con il ragazzo baciandolo.
Nel frattempo arriva Leslie che, informata della ipotetica sorte di Gwen, la prende molto peggio. Anche l'amica però ha compiuto ricerche e ha scoperto che il vero scopo del Conte è avere la pietra per se per rendersi immortale. E anche un'altra particolarità di Gwen viene scoperta: è immortale, a meno che non sia per libera scelta.
Mentre sono ad una prova costumi, Gwen sente una discussione tra sua madre e lo zio dei Gideon, in cui viene a scoprire che Paul e Lucy sono i suoi genitori. Questa notizia la prende peggio di quella della morte. Aggiornato Gideon della presenza di un secondo cronografo (quello nascosto dal nonno), i due ragazzi decidono di trovarli.
Parlando con i genitori di Gwen capiscono che il nonno, che all'inizio de Red è già morto, probabilmente è stato ucciso da qualcuno fedele al Conte. Tornati iniziano a cercare di capire chi può essere stato e la risposta rischierà di ucciderli...
Grazie all'intervento di un Gideon futuro scoprono che il Conte non è morto, tutt'altro, è il professore di inglese di Gwen, il signor Whitman.
Il Conte, ormai rivelato, intrappola Gwen dopo aver ucciso Gideon e aver tramortito dottor White, il quale però riesce ad ucciderlo con un colpo di pistola.
Morto il Conte, Gideon si riprende e spiega a Gwen come avesse creato l'elisir della pietra filosofale con l'aiuto di Lucy e Paul, diventando così anch'egli immortale come lei.
Il libro si conclude con Lucy e Paul, nel 1912, in attesa di un figlio.

Spero di aver fatto un buon riassunto per tutti quelli che sono troppo curiosi di sapere cosa accade. Io attendo comunque la versione italiana perché qualche passaggio non l'ho sicuramente capito e Gideon... beh, va letto in italiano!

Buon week-end a tutti!

Indovina l'incipit! (8)

Anche la scorsa settimana avete risposto correttamente, indovinando a quale libro appartenesse quell'inizio.
Sempre la scorsa settimana ho indetto un sondaggio per sapere quali sono i generi che preferite per questo giochino... e per ora il Fantasy è in testa. Avete ancora tempo per votare o per darmi consigli per migliorare questa rubrica!
Ed ecco il quiz di questa settimana!

Le ultime pennellate rosse del tramonto stavano cedendo il passo alle tenebre, mentre le stelle già punteggiavano l’immensità della volta celeste. La luna illuminava con luce argentea i contrafforti della Catena Divisoria, la più vasta, smisurata e imponente fra le catene montuose.
La prossima settimana, che indoviniate o no, l'appuntamento con l'incipit o la Pagina 134 sarà di domenica perché il blog vola a Parigi per una settimana! (Dovete sperare che le mie college mi trascinino via dalle librerie parigine perché dubito che lo farò di mia spontanea volontà!)

Ora rimbeccatevi le maniche, spremete le meningi e ditemi che libro è questo!

Au revoir!

Indovina l'incipit! (7)

Eccoci con l'appuntamento, ormai settimanale, con il gioco dell'incipit! Volete partecipare? Basta indovinare di quale libro sono le prime righe qui sotto. Se dopo una settimana nessuno indovina, al posto di un nuovo enigma, posterò un paragrafo dalla pagina 134!
La scorsa volta credevo di essere stata abbastanza cattiva con il libro (devo ancora leggerlo e di solito nessuno lo conosce) ma sono stata smentita con rapidità. Quindi ci riprovo!

Le catene ingombravano il cortile dietro la fonderia di cannoni abbandonata di Applecross: tratti di catene che si irradiavano in tutte le direzioni, assicurate alle mura con ganci arrugginiti e perni di metallo, aggrovigliate come il lavoro a maglia di una pazza. Intrappolata al centro di quel viluppo si ergeva la torre di guardia di Barraby. Dalla sommità in rovina si levava del fumo, per poi disperdersi a ovest sopra la città, sotto un milione di stelle notturne.

D'accordo, forse non è così difficile...
Colgo l'occasione per chiedervi di votare il sondaggio qui affianco: vorrei la vostra opinione su che genere di libri porre i quiz. Preferite solo fantasy? O anche altri generi? Magari cambiare ogni mese genere? Votate e ditemelo nei commenti!

World Digital Library

Attualmente stiamo assistendo ad una nuova rivoluzione del libro, legata alle nuove tecnologie del computer e di internet. I libri diventato eBook, “libri elettronici”, mentre le biblioteche si digitalizzano e i documenti sono raccolti su scaffali virtuali, come nella Biblioteca Digitale Mondiale - World Digital Library - dove si possono consultare gratuitamente documenti storici, manoscritti, libri rari, film e registrazioni sonore, illustrazioni e fotografie, provenienti da importanti biblioteche del mondo intero.

“E' il sogno di Aristotele che torna a splendere. Un luogo, come fu la biblioteca di Alessandria, che contenga la linfa stessa del sapere; creare un luogo di memoria, in un epoca che non ne ha più”.

L'idea semplice, ma al tempo stesso molto ambiziosa, è del direttore della Biblioteca del Congresso americano, tra le più grandi al mondo con i suoi 32 milioni di volumi. Il sito nasce dalla collaborazione appunto della Biblioteca del Congresso americano con l'Unesco e con il contributo tecnico di un’equipe della Biblioteca di Alessandria in Egitto, oltre alla partecipazione di una trentina di partner tra biblioteche nazionali e centri culturali di tutto il mondo tra cui Africa del Sud, Arabia saudita, Francia, Inghilterra, Cina. Entrando nella Biblioteca Digitale, si può curiosare tra le pagine del diario di Napoleone durante la campagna in Egitto o se si preferisce in quello del terzo presidente degli Stati Uniti Thomas Jefferson, oppure sfogliare la vita dei più grandi santi russi, inoltrarsi nei cavilli dei Codici Atztechi del periodo precolombiano, ascoltare la Marsigliese cantata nel 1898 e vedere il primo film parlato della storia uscito negli Usa nel 1972 'The jazz singer' (Il cantante jazz) di Alan Crosland. Tutto il materiale è in versione originale, mentre sono sette le lingue di ricerca: inglese, arabo, cinese, spagnolo, francese, portoghese e russo.

“Il segno distintivo di questa nuova biblioteca on line è il suo fine didattico, cioè quello di aumentare il livello di apprendimento universale”.

I contenuti presenti sono ancora ridotti, destinati ad aumentare rapidamente, e sono di elevata qualità, selezionati da specialisti. Si tratta di "documenti fondamentali" per la cultura del mondo.

***

Voi come vi ponete nei confronti delle nuove tecnologie "librarie"? Siete favorevoli? o siete dell'idea che un libro è e deve essere solo di carta? Vi lascio con queste domande e tra poco con un post vi dirò cosa ne penso io delle letture digitali!

La principessa sposa di William Goldman

Titolo originale: The princess Bride

Editore: Marcos y Marcos
Data pubblicazione: 7 Marzo 2007
N° pagine: 329
ISBN: 9788871684642
Trama:Un celebre sceneggiatore è disperatamente a caccia di una copia del romanzo chiave della propria infanzia. Quel romanzo gli aveva spalancato orizzonti impensati, rivelato uno strumento strepitoso: la lettura. Darebbe un occhio pur di trovarlo, vorrebbe regalarlo al figlio viziato e annoiato, sperando che il prodigio si ripeta. Quando ne agguanta una copia, si rende conto che molti capitoli noiosi erano stati tagliati dalla sapiente lettura ad alta voce del padre. Decide di riscriverlo. Togliere lungaggini e divagazioni. Rendere scintillante la "parte buona". La magia si realizza. Il risultato è straordinario. Si parte da una cotta clamorosa, un amore eterno tra un garzone di stalla e la sua splendida padrona, che sembra naufragare a causa di una disgrazia marittima. C'è poi il di lei fidanzamento con un principe freddo e calcolatore. Poi c'è un rapimento, un lungo inseguimento, molte sfide: il ritmo cresce, l'atmosfera si arroventa. Il trucco della riscrittura - arricchito da brillanti "fuori campo" dell'autore - l'incanto di personaggi teneri o diabolici, i dialoghi perfetti, fanno crescere il romanzo a livelli stellari. Disfide, cimenti, odio e veleni, certo. Ma anche vera passione,musica, nostalgia.

Giudizio:

Come chi avrà letto il post dei 100 libri fantasy e di fantascienza più belli, o comunque più letti, saprà che all'undicesimo posto (un posto di tutto rispetto quindi) c'è The princess Bride di Goldman. Per il post sopra citato avevo fatto un gran lavoro traducendo la lista quindi quando avevo trovato la versione italiana: curiosa ero andata a leggermi i commenti e il primo è stato: Seicento pareri a cinque stelle su amazon.com lo proclamano ad alta voce: “Puro genio... regalatevi e regalate questa meraviglia... cosa si può chiedere di più a un libro?”
Come si può resistere a ciò? E vogliamo mettere la copertina americana, che per una romantica come me è irresistibile? A quel punto ho iniziato a cercarlo in tutte le biblioteche e, per grazia divina, era nel circolo comunale facendolo così arrivare tra le mie manine in una manciata di giorni.
Ero così curiosa di leggerlo che ho interrotto a metà il libro della Troisi che stavo leggendo e ho iniziato questo.
Lo dico ora e lo ripeterò più avanti, mi dispiace per chi ama questo libro ma sono rimasta veramente delusa, come mai mi era capitato con un libro.
Già dalle prime pagine ero poco convinta. Non mi piaceva lo stile e venti e più pagine di vita dell'autore mi sembravano superflue, confusionarie e noiose. Finita questa sofferenza inizia la storia vera e propria... ed è ancora peggio. Stile insulso, dialoghi da far cascare le braccia. Certo alcune parti non sono da cestinare, alcuni passaggi sono belli ma non abbastanza per arrivare a cinque stelline su Amazon, Anobii o Goodreads.
Quindi come già detto, questo libro ha rappresentato la mia più grande delusione letteraria. Forse non sono stata così acuta da leggere significati sotto le righe o riconosce la genialità di questa opera e mi dispiace ma nulla cambierà il mio parere. Ovviamente se c'è qualcuno che vuole dissentire da me basta che lascia un commento, sono davvero curiosa di sentire diversi pareri! Quindi non siate timidi, basta esporre le proprio idee con educazione!
Detto ciò volevo dire che invece la versione cinematografica, intitolata La storia fantastica, è molto carina e, appunto, la storia si adatta di più a questa esposizione che non a quella scritta a mio parere!

Indovina l'incipit (6)

Buon giorno a tutti!
A causa dello studio sono poco attiva, ma prometto che a breve tornerò... ma oggi è tempo di gioco quindi, iniziamo!
In cosa consiste il gioco? Semplicissimo: metterò alla prova la vostra conoscenza di fantasy e urban postando le prime righe di un libro. Il primo che risponderà corretto sarà il vincitore e potrà scegliere un premio (un minilibro o un segnalibro) se lo desidera.

Se, tra una settimana nessuno avrà indovinato, come aiuto, posterò un paragrafo della pagina 134... Partecipate numerosi!

C'era una volta un uomo che si chiamava Orm il Forte, ed era figlio di Ketil Asmundsson, proprietario terriero' dello Jutland settentrionale. La famiglia di Ketil vi aveva sempre abitato, a memoria d'uomo, e possedeva una tenuta molto vasta. La moglie di Ketil si chiamava Asgerd, ed era figlia illegittima di Ragnar Brachedipelo. Orm, perciò, era di buona schiatta, ma poiché era il quinto vivente di suo padre non poteva sperare in una grossa eredità.

In arrivo: La macchina del presagio di Terry Goodkind

Per gli amanti del fantasy è in arrivo, per la Fanucci, il nuovo libro de La spada della Verità di Terry Goodkind! Intitolato La macchina del presagio uscirà in tutte le librerie il 29 settembre.
Dopo La legge dei nove, un libro poco riuscito a mio parere, tornano le avventure di Richard e Kahlan che, alla fine de Lo scontro finale (o La spada della verità vol.11) avevamo lasciato nuovamente insieme e felici.
Questo nuovo libro, primo di una nuova trilogia, riprende la storia poco più tardi di dove l'avevamo lasciata e vede la scoperta di una misteriosa macchina, che preannuncia catastrofi e distruzioni. Esiste, ovviemente, un unico modo per impedire che avvenga... però è impossibile da realizzare.


Titolo originale: The omen Machine

Editore: Fanucci
Data pubblicazione: 29 Settembre 2011
Trama: Un caso fortuito porta alla scoperta di un misterioso ordigno nascosto sottoterra da millenni. La macchina si ridesta e annuncia una serie allarmante di presagi, sorprendentemente accurati e sempre più minacciosi. Zedd, il Mago Zeddicus Zu'l Zorander, cerca di capire come distruggerla, ma il sinistro dispositivo profetizza una catastrofe imminente che coinvolgerebbe Richard e Kahlan. Esiste, in realtà, un modo per impedire che ciò avvenga, ma per evitare la catastrofe bisognerebbe acconsentire a una richiesta impossibile...
Io non vedo l'ora di avere questo libro tra le mie mani e spero con tutto il cuore di non restare delusa come con il volume 7! Unica nota dolente sulla pubblicazione, se questa è la copertina finale non mi entusiasma al massimo: il foto montaggio dei due attori avrebbe bisogno di una piccola miglioria (è molto fastidioso a vedersi... è troppo fotomontaggioso, non so se mi spiego) e quella stella gialla che spunta dal bordo è un pugno nell'occhio, mi spiace.

Indovina l'incipit! (5)

Dopo un mese e più di assenza torna la mia rubrica preferita che si trasferisce dal lunedì a venerdì! Metterò alla prova le vostre conoscenze fantasy chiedendovi di indovinare di quale libro è l'incipit che posterò. E da oggi inizieranno i anche i premi! Chi indovinerà il titolo vincerà, infatti, una "mini copia" del libro fimo o carta, o in alternativa un segnalibro sempre legato al libro misterioso. Sono premi carini? O è meglio che pensi a qualcosa di meglio? (ditemelo dei commenti!)

Come sempre il primo a rispondere correttamente vince! Pronti?
3...2...1...
Il vento ululava nella notte, portando con sé un odore che avrebbe cambiato il mondo. Uno Spettro, alto e flessuoso, alzò la testa per fiutare l'aria; aveva sembianze umane, ma i suoi capelli erano cremisi e gli occhi rossi come braci incandescenti. Batte più volte le palpebre, perplesso. Il messaggio era inequivocabile: stavano arrivando. E se fosse stata una trappola? Soppesò ogni eventualità, poi ordinò in tono gelido: «Sparpagliatevi: nascondetevi dietro gli alberi e i cespugli. Fermate chiunque si avvicini... o morite.»
Non è molto difficile come titolo... quindi mi aspetto partecipazione! Nel caso non indovinaste venerdì prossimo posterò il primo paragrafo della Pagina 134.
A voi!

Test sui libri!

Che io sia terribilmente curiosa e ficcanaso ormai lo avrete capito... quindi vi propongo un bel test per conoscervi meglio (e per conoscere me ovviamente!)e, siccome ho una passione per questi "giochini", una volta al mese vi riproporrò queste domande per tenermi aggiornata!


1. Il libro sul comodino
Spy Glass. Magia di sangue di Maria V. Snyder.
2. Il segnalibro che usi in questo momento
Un biglietto da visita di un noleggio bici della mia città.
3. Un personaggio di cui innamorarsi
Valek, tanto per restare in tema... sennò farei una lista chilometrica! Prima o poi la farò...
4. Un libro da regalare (o al tuo acerrimo nemico o al migliore, è uguale)
Il Dardo e La Rosa di Jacqueline Carey. Cerco di rifilarlo a chiunque, mi piace troppo!
5. Ultimo libro sottovalutato
Il destino di Adhara di Licia Troisi.
6. Ultimo libro sopravvalutato
Il risveglio di J.R. Ward. Avevo sentito così belle parole su quella serie, vabbe!
7. Ultimo libro amato
Fire di Kristin Cashore.
8. Un libro che hai comprato perché ti piaceva la copertina?
Fallen di Lauren Kate (o è Kate Lauren?).
9. Un libro che hai comprato solo perchè ti piaceva il titolo?
La messaggera delle anime di Lois McMaster Bujold. Ho appreso più tardi che era un seguito.
10. Un titolo bellissimo (a prescindere dalla qualità del libro)
Mmm... La lama dei sogni, ma ci devo pensare ancora un po'.
11. Se fossi un libro...
... Sarei Il profumo di Patrick Süskin.
12. Il primo libro che ti viene in mente?
Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen.

Ora a voi la parola, se avete qualche domanda da aggiungere dite pure!
Attendo fiduciosa!
Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri