Graceling di Kristin Cashore

Titolo originale: Graceling
Titolo italiano: Graceling
Editore: De Agostini
Data pubblicazione: Aprile 2009
N° pagine: 459
ISBN: 9788841856383
Trama: Tutti i i Graceling hanno gli occhi di due colori diversi. Tutti i Graceling hanno un Dono. Difficile è però sapere quale Dono possiedono: a volte anche per loro stessi è duro capirlo e controllarlo. Ci sono Doni quasi inutili, come la capacità di ripetere le parole al contrario o di ricordare certi dettagli. Katje ha diciotto anni e il suo Dono è un'arma terribile nelle mani di suo zio, re Rand. Il futuro le può riservare un posto sicuro al fianco di quest'uomo vendicativo o infinite sorprese, come l'incontro con un Graceling dallo sguardo intenso che sembra conoscerla fin troppo bene.
Giudizio:

Attenzione agli spoiler!

La mia opinione: Graceling è un fantasy molto bello; io almeno l'ho apprezzato sia leggendolo in lingua originale - se qualcuno fosse interessato è in vendita - sia nella rilettura italiana che ho appena finito. 
In un mondo dagli aspetti medievali, come ogni buon fantasy che si rispetti, dove a volte nascono bambini con un Dono - grace in inglese significa dono - la protagonista del romanzo è  Katje, nata con il Dono di uccidere. 
Nipote del re, Rand, viene utilizzata da quest'ultimo per eliminare oppositori e nemici: dopo l'accidentale omicidio di un cugino, Katje viene addestrata dal capo delle spie, Oll, mentre la fama che le si crea intorno peggiora, incutendo terrore in chiunque.
Innesco che porta Katje a rivedere le sue convinzioni - a non vedersi più come un mostro in grado solamente di togliere vita - è il salvataggio di un vecchio Lienid - nome degli abitanti di uno dei regni e nome dello stesso - e l'incontro con Po, il nipote di quest'ultimo, anche lui un Graceling con il Dono del combattimento.
La trama, dall'incontro con Po, si evolve seguendo le "indagini" per scoprire chi ha rapito il nonno di Po, il mutamento del legame tra i due giovani, e l'approfondimento dei relativi Doni.
Essendo un romanzo d'esordio ovviamente ha le sue pecche. I personaggi, eccettuato Po forse, risultano essere troppo poco approfonditi e lievemente stereotipati, così come la trama a volte è poco verosimile, vedi la fuga di Katje e BitterBlue sulle montagne, o la conclusione troppo velocizzata per quanto riguarda la fine del cattivo di turno.
In ogni caso per me resta un fantasy capace di attirarti nella trama, nelle vicende, facendoti affezionare ai personaggi e soffrire per loro. Io, almeno, non ho potuto non essere triste per Po e Katje alla fine, ma specialmente Po.

A momento della stessa autrice è già stato pubblicato, anche in Italia, Fire il prequel di Graceling ambientato una trentina d'anni prima a Dell, un altro dei Sette Regni; mentre è prevista per quest'anno l'uscita di BitterBlue, il seguito vero e proprio malgrado questo romanzo possa dirsi autoconclusivo.

23 Aprile: Giornata Mondiale del Libro

Domani, 23 aprile, è la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore.
Data scelta dall'UNESCO, nel 1996, in ricordo della morte di William Shakesepare e Miguel de Cervantes verrà festeggiata con eventi in tutto il mondo.
L'intento dell'UNESCO, con questa giornata, è quello di pagare un tributo universale ai libri e agli autori, incoraggiando il piacere della lettura, l'industria editoriale, la protezione della proprietà intellettuale attraverso i diritti d’autore ed il rispetto per il ruolo di coloro che hanno costruito il progresso sociale e culturale dell’Umanità.

Ovviamente il modo migliore per festeggiare questa giornata è leggere un buon libro, non trovate? Voi cosa farete? Quale buon libro leggerete?

Il libro moderno

Il libro conobbe una svolta verso la metà XV secolo quando in Europa si afferma la stampa. L’invenzione di Gutemberg si diffuse progressivamente in tutto il continente e, alla fine del ‘Quattrocento, non esisteva città importante senza la sua tipografia.
Una pagina della Bibbia di
Gutemberg
Dal XVI al XVII secolo il libro a stampa va sempre più perfezionandosi avvicinandosi nell'aspetto al libro moderno.
Nel ‘Settecento la figura dell'editore si differenzia da quella dello stampatore che viene ad assumere un ruolo essenzialmente tecnico mentre viene riconosciuto, inoltre, il diritto di proprietà dell'opera da parte dell'autore o dell'editore (il copyright). Nascono così le prime leggi sulla proprietà letteraria che hanno lo scopo di sconfiggere il fenomeno delle contraffazioni.
Con la rivoluzione industriale si trasformano anche le tecniche di stampa e i sistemi di distribuzione del libro, mentre la crescente alfabetizzazione allarga il numero dei lettori, sia di opere che di periodici: oggi vi è una diffusione capillare del libro in tutti gli strati della società.
Attualmente stiamo assistendo ad una nuova rivoluzione del libro, legata a quelle tecnologiche del computer e di internet. I libri diventato eBook, “libri elettronici”, mentre le biblioteche si digitalizzano.

Il Duca della Chiave

Pare che si chiamerà così - secondo WUZ - il secondo libro dell'italiana Virginia de Winter, prequel di Black Friars. L'Ordine della Spada, uscito per la Fazi nell'estate del 2010.
Fino ad adesso il titolo provvisorio per questo nuovo libro era stato L'Ordine della Chiave, come rilasciato dall'autrice in una intervista qui su Reading at Tiffany's... e sicenceramente forse mi piaceva di più! Voi cosa ne pensate? Quale preferite?
In ogni caso l'uscita del prequel è prevista per la prima o seconda settimana di luglio, alla modica cifra di 17,50 € per 450 pagine. Sarà sempre edito della Fazi per la collana Lain ovviamente.
Appena ci saranno notizie più dettagliate ve le farò sapere!

Trama: Alex Vanderberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Adesso la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Ma quel delitto sarà solo il primo di una lunga serie. Per le strade della capitale qualcuno sta uccidendo bellissime vampire ricomponendo i loro corpi in modo da richiamare le fiabe classiche. Quando Axel salva Alise, vampira che ricorda nelle fattezze il suo grande amore, non sa che il suo gesto lo condurrà nella rete di Belladore, una creature della notte la cui bellezza è eguagliata solo dalla sua crudeltà.

Intanto ecco uno schemino del primo libro:

Titolo: Black Friars. L'Ordine della Spada
Editore: Fazi, collana Lain
Data pubblicazione: 16 Luglio 2010
N° pagine: 682
ISBN: 9788876250798
Trama: Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?
La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell’irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d’aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita.
La mia opinione: Sulla rete girano pareri contrastanti su questo libro: bello, brutto, fa schifo, è fantastico e via dicendo. Bisogna mettere subito in chiaro alcune cose per me:
1. Se ti piacciono le lunghe descrizione, metafore, similitudini, altre forme retoriche e un linguaggio dal sapore antico questo è un libro che fa per te. Se non puoi soffrire queste cose il mio consiglio è di risparmiare i soldi, o se vuoi provare leggi prima i quattro capitoli messi a disposizione dall'autrice sul suo sito.
Se avete deciso di apprezzare la sua scrittura potete passare al punto 2.
2. Se stai cercando l'ennesima storia sui vampiri e fragili ragazzine che si gettano ai loro piedi provate con un altro libro, ormai ci sono solo quelli praticamente. Se volete si la storia d'amore ma con un po' di innovazione prendetelo!
3. Come libro è lievemente confusionato. Molte cose sono lasciate all'intuito e... ogni tanto non si capisci l'allusione.
Detto questo a me è piaciuto questo libro. I primi capitoli sono stati difficili, non capivo niente, ma una volta entrata nella storia e lo stile ho divorato il libro in pochi giorni. Mi sono piaciuti molto i personaggi - in particolare Axel - e l'ambientazione della città, la Vecchia Capitale, ed ora aspetto che l'avventura prosegua!

Giudizio

Voi l'avete letto? Se si, cosa ne avete pensato? Avete preferito Axel, Ashton o un altro personaggio? Se no, pensate di leggerlo prima o poi? O proprio non vi attira?
Insomma, ditemi cosa ne pensate!

La Ruota del Tempo di Robert Jordan

Nel 1985 Robert Jordan da inizio al suo imponente ciclo de The Wheel of Time, che dal 1990, con la pubblicazione del primo volume The Eye of World, e nell'arco dei vent'anni successisi si riempie di trame, situazioni, colpi di scena, descrizioni e dettagli che rendono La Ruota del Tempo una delle più belle saghe in assoluto.

L'autore Robert Jordan
La saga era stata pianificata dall'autore in dodici volumi - l'ultimo intitolato provvisoriamente The Memory of Light - a costo, dichiarò, di scrivere un ultimo romanzo da 2000 pagine.
Il 16 settembre 2007 però viene a mancare dopo la lotta contro l'amilodosi, una malattia molto rara difficilissima da curare e che nel 2006 aveva colpito anche il cuore.
Per i fan su un colpo molto duro: il dodicesimo e ultimo volume infatti non avrebbe mai visto la luce con la morte del suo Creatore. A pochi mesi dalla morte di Jordan, la moglie Harriet e la casa editrice comunicano che il completamento dell'ultimo volume è stato affidato all'autore Brandon Sanderson. In vista dell'aggravarsi della malattia Jordan aveva predisposto capitoli parzialmenti scritti, appunti, registrazioni audio per permettere la conclusione della sua opera.

Successivamente nel 2009 viene resa nota dalla casa editrice la notizia che The Memory of Light essendo più voluminoso del previsto sarebbe stato suddiviso in tre libri: The Gathering Storm, Towers of Midnight The Memory of Light.

Ad oggi sono stati pubblicati quattordici libri di cui in prequel intitolato New Spring: The Novel mentre The Memory of Light vedrà finalmente la luce nei primi mesi del 2012.
La Ruota del Tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda; la leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l’Epoca che lo vide nascere. In un’Epoca chiamata da alcuni Epoca Terza, ‘un’Epoca ancora a venire, un’Epoca da gran tempo trascorsa’, il vento si alzò (nelle Montagne di Nebbia). Il vento non era l’inizio. Non c’è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo. Ma fu comunque un inizio.
Queste sono le parole con ogni fan della Ruota del Tempo conosce: inizia così, infatti, ogni volume della monumentale saga di Robert Jordan: basta poco e il vento ti porta lì dove inizia la nuova avventura, forse già avvenuta in un'altro giro della Ruota oppure no.

Nei prossimi post vedremo com'è stutturata questa magica saga, cos'è la Ruota del Tempo, quali meraviglie vi erano nell'Epoca Leggendaria, i popoli che abitano questa terra, come funziona il Potere e cosa accade ai personaggi che abbiamo cominciato a conoscere ne L'Occhio del Mondo.

I Demoni di Eukora. Il Redivivo

Girovagando su Facebook mi sono imbattuta in questa pagina: I Demoni di Eukora - libro e disegni fantasy
Così si legge nelle informazioni:


I Demoni di Eukora - Il Redivivo un fantasy leggermente diverso dal solito. una storia oscura in cui si scontrano eroi maledetti e nemici oscuri, in cui il bene non è che un altro male possibile. Seguiranno: Il Mezz'orco e Il Negromante.


Evocato dai Reietti, il fiero popolo drow del sottomondo, un demone si metterà sulle tracce di una spendida elfa per cibarsi dei suoi poteri straordinari.
A un eroe dannato e al suo compagno assassino il compito di difendere la ragazza dal malvagio.
Mentre eserciti di orchi e di cadaveri maceranno per annientare ogni forma di vita, intrighi, inganni e tradimenti vi trasporteranno in un mondo dalla tinte scure dove a farla da padrone sono negromanti, mezz'orchi, assassini e demoni.

Amion
Petalo Nero
L'autore - Gregorio Antonuzzo - di questo nuovo fantasy, in vista della pubblicazione che avverrà a dicembre per la casa editrice Il Ciliegio che indetto un "concorso" per l'illustrazione del suo libro: da l'opportunità a disegnatori in erba di vedere pubblicati i loro disegni!
Ha messo a disposizioni descrizioni dei principali personaggi e di alcune scene lasciando libera scelta agli artisti.
Sono rimasta molto colpita da questa idea. È un'opportunità davvero buona e soprattutto che non sempre si trova.

Guardando i disegni ho trovato questi due davvero molto belli e ben fatti!
Voi cosa ne pensate?
Se vi piacciono o se volete votare un altro disegno andate sulla pagina I Demoni di Eukora, cliccate "Mi Piace" e poi votate (sempre con il Mi Piace) quello che vi piace di più!
C'e tempo fino a fine aprile!
Powered by Blogger.

© Liber Arcanus ,
AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena
Modificato da AmanteDiLibri